Show Player

F1, GP Singapore 2019: Antonio Giovinazzi fa sognare l’Italia! Si ritrova al comando, lotta con i grandi e chiude in zona punti!



Il Gran Premio di Singapore 2019 rimarrà scolpito a lungo nelle menti degli appassionati italiani di motori specialmente per la clamorosa doppietta della Ferrari su un tracciato sulla carta estremamente favorevole a Mercedes e Red Bull, tuttavia anche l’unico pilota del Bel Paese in griglia ha fatto sognare trovandosi addirittura in testa alla corsa per qualche giro. Antonio Giovinazzi, dopo il notevole nono posto raccolto a Monza nella gara di casa, ha ben figurato sotto i riflettori del Singapore Street Circuit anche grazie a una strategia molto coraggiosa da parte dell’Alfa Romeo.

Il pugliese classe 1993, scattato dalla decima piazzola in griglia, ha guadagnato una posizione nel primo giro con una buonissima partenza accodandosi poi al trenino capitanato dalla McLaren di Norris. Nel momento in cui i primi piloti di centro classifica hanno cominciato a fermarsi ai box per avere pista libera, il muretto box dell’Alfa Romeo ha deciso di non reagire e di continuare a fare ritmo con Giovinazzi in attesa di una Safety Car. Il terzo pilota della Ferrari ha così guadagnato una posizione dopo l’altra per poi ritrovarsi incredibilmente al comando del Gran Premio per 4 giri, dal 27° al 31°, lasciando poi strada alla Rossa di Sebastian Vettel per non perdere tempo nella battaglia.

Loading...
Loading...

Antonio ha poi subito un calo drastico della prestazione delle sue gomme iniziando a perdere troppo terreno prima di una sosta ai box arrivata a posteriori troppo tardi. L’ingresso della Safety Car ha favorito la strategia del nostro portacolori, il quale ha potuto così sfruttare le gomme nuove per effettuare una rimonta stupenda fino alla decima piazza conclusiva. Giovinazzi si è reso protagonista di diversi sorpassi molto efficaci proprio come a Spa, dimostrando di essere cresciuto a dismisura anche sul passo gara rispetto al titolato compagno di squadra finlandese Kimi Raikkonen. Per il vice campione GP2 del 2016 si tratta del terzo piazzamento in zona punti dopo il decimo posto in Austria ed il nono in Italia.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Loading...

Lascia un commento

scroll to top