F1, GP Belgio 2019: Charles Leclerc, la vittoria tanto attesa nel giorno più triste. Il toccante ricordo di Hubert

Charles Leclerc ce l’ha fatta. Alla 34esima corsa completata in F1 ha centrato la sua prima vittoria nel Circus a Spa (Belgio), nell’Università delle quattro ruote, dove solo i più grandi hanno vinto per la prima volta (Michael Schumacher nel 1992). Il successo è stato quello del campione, guidando benissimo nelle qualifiche (pole position con record della pista) e in gara, resistendo alla rimonta di un Lewis Hamilton scatenato. C’è da dire che anche il gioco di squadra deciso dalla Ferrari e a cui Sebastian Vettel si è prestato anche per problematiche evidenti sulle gomme, è stato determinante. Il tempo perso da Lewis alle spalle di un coriaceo Seb ha permesso, di fatto, al team-mate di avere quel margine, sufficiente all’alfiere del Principato di suonare la sua prima sinfonia.

Ma non è stato un successo come tutti gli altri. La tragica scomparsa di Anthoine Hubert, nella gara riservata alla F2 ieri, ha scosso Charles. Lui, cresciuto al tempo dei kart con il francese, ha vissuto con grande intensità questa domenica, con la morte nel cuore. Ecco che il contrasto interiore è forte perché la tristezza per la perdita dell’amico è molta. A precedere la corsa, l’abbraccio con la mamma dello sfortunato Anthoine è sintomatico di ciò che abbia rappresentato per Leclerc questa prima vittoria. Un qualcosa che, sicuramente, gli rimarrà dentro. Doverosa, quindi, da parte sua la dedica a chi non c’è più e non potrà realizzare il sogno di una vita, terminata davvero troppo presto.

Nell’animo del giovane monegasco non è neanche una novità purtroppo, ricordando le perdite dolorose del papà dell’altro amico Jules Bianchi. Un ragazzo forte e ambizioso, ma capace di emozionarsi nella sua umanità. Spesso, si inquadrano i piloti come robot, in grado di portare al limite una monoposto, senza sforzi eccessivi e con regolarità. Non è così e la caduta di uno di loro rende tutto complesso. Per Charles, oggi, la difficoltà è stata proprio nell’avvicinamento alla gara: abbassare la visiera e guardare a quell’obiettivo tanto atteso non era facile. Il n.16 ha vinto la sua sfida con se stesso e vorrà concedersi il bis nel prossimo weekend a Monza, in occasione del GP d’Italia (8 settembre), intenzionato a rafforzare il suo status di asso del volante.

 

 

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DELLA FORMULA UNO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Charles Leclerc GP Belgio F1 2019 Mondiale F1 2019

ultimo aggiornamento: 01-09-2019


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Mattia Binotto F1, GP Belgio 2019: “Vittoria che fa bene al morale di tutti. Le aspettative per Monza sono elevate”

LIVE F1, GP Belgio 2019 in DIRETTA: apoteosi Ferrari, Leclerc beffa Hamilton per 9 decimi!