Ciclismo, Mondiali 2019: tutti gli italiani in gara oggi. Andrea Piccolo e Camilla Alessio alla caccia dell’oro nelle cronometro juniores



CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA LIVE DELLA CRONOMETRO JUNIORES FEMMINILE  DEI MONDIALI DI CICLISMO 2019 (INIZIO ALLE ORE 11.10)

CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA LIVE DELLA CRONOMETRO MASCHILE JUNIORES DEI MONDIALI 2019 DI CICLISMO (INIZIO ORE 14.00)

Loading...
Loading...

Due prove ci attendono oggi ai Campionati del Mondo di Ciclismo su strada 2019 di Harrogate. Vale a dire le due cronometro, maschile e femminile, riservate alla categoria juniores. In entrambe l’Italia ha chance di medaglia e tra gli uomini è lecito sognare anche la maglia iridata. Di seguito vi presenteremo tutti gli azzurri che difenderanno l’onore del tricolore nelle competizioni odierne.

L’uomo più atteso del giorno non può che essere Andrea Piccolo, già campione europeo di specialità poco più di un mese fa. Piccolo, al Mondiale dell’anno scorso, fu 3° a 1’37” dal vincitore Evenepoel, ma a soli 14″ dal 2° classificato Luka Plapp. Fu, peraltro, il primo tra i 2001. Il successo nella rassegna europea, unito alle altre tre prove contro il tempo dominate quest’anno (incluso il campionato italiano), lo pongono in cima alla lista dei favoriti. Ci sono solo due rivali che sembrano fare veramente paura all’azzurro, vale a dire lo statunitense Quinn Simmons e il tedesco Marco Brenner.

Con DAZN segui i Mondiali di Ciclismo IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Simmons quest’anno si è imposto in cinque delle sette cronometro a cui ha preso parte, perdendo solamente in quelle più brevi. Nelle ultime tre settimane ha conquistato due gare a tappe internazionali europee quali GP Ruebiland e Kreizer der Juniors, dominando le prove contro il tempo di entrambe. Oltretutto, nelle due corse in questione si è sbarazzato senza problemi una volta di Enzo Leijnse e l’altra di Lars Boven, cioè gli altri due componenti del podio europeo in cima al quale è salito Andrea. Brenner, invece, ha battuto nettamente Piccolo nella cronoscalata del Giro della Lunigiana (prova che, comunque, non ha nulla a che vedere con quella odierna) ed è uno dei pochi ad aver vinto anche contro Simmons, in questa stagione, nella specialità.

L’alfiere azzurro, ad ogni modo, in qualità di campione europeo in carica e di corridore meglio piazzato l’anno scorso al via, avrà il vantaggio di partire per ultimo. Dopo la vittoria al Lunigiana, colta a inizio settembre, inoltre, non si è praticamente più visto (ha attaccato il numero alla schiena solo in occasione del Trofeo Buffoni), poiché impegnato a preparare questa prova. Le chance di ripetere un’impresa riuscita in passato solo a un altro italiano, vale a dire Simone Lo Vano nel 1996, sono molto alte.

Non va sottovalutata nemmeno l’altra punta azzurra, vale a dire quell’Antonio Tiberi che fu 3° agli Europei dell’anno scorso. Tiberi quest’anno si è imposto nella prova contro il tempo di una delle gare a tappe più prestigiose di categoria, vale a dire la Corsa della Pace, in cui ha battuto anche Piccolo e Brenner. Dopo quel successo, però, non si è più ripetuto, ed è stato sconfitto nettamente da Piccolo sia al Campionato italiano che a quello Europeo. Al momento sembra soprattutto uno specialista di cronometro molto dure e quella odierna, comunque non banale, potrebbe risultare troppo semplice per lui.

L’Italia, in quanto nazione campione d’Europa, può schierare anche un terzo atleta. La scelta è ricaduta sul primo anno Andrea Piras, un corridore che in questo 2019 è arrivato tra la quarta e la sesta posizione in tutte le cronometro pianeggianti a cui ha preso parte. Chiaramente lui non può, però, ambire al successo come Piccolo e Tiberi. Punterà a prendere confidenza con il palcoscenico, in attesa di una chance migliore l’anno prossimo.

Anche tra le donne le possibilità di medaglia sono molto alte. Camilla Alessio, che l’anno scorso perse la maglia iridata per soli 7″, si presenta al via in cerca della rivincita. Agli Europei si è dovuta accontentare di un 4° posto a 48″ dalla vincitrice Shirin Van Anrooij (grande favorita odierna insieme alla russa Aigul Gareeva), ma il tracciato del Mondiale, 10 km più breve e più impegnativo, potrebbe favorirla. L’altra ragazza che rappresenterà i colori azzurri, invece, è Sofia Collinelli. Agli Europei fu sesta, a soli 6″ da Alessio, dunque anche lei può sognare in grande.

Segui live I Mondiali di Ciclismo su DAZN. Attiva il tuo mese gratis entro il 6/10/2019

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Foto: Twitter FCI

Loading...

Lascia un commento

scroll to top