Basket, Mondiali 2019: le statistiche dei quarti di finale. Argentina la migliore nei tiri dal campo, Mitchell top scorer

Al termine dei quarti di finale dei Mondiali di Cina 2019 vediamo qualche numero delle sfide tra le migliori otto della rassegna iridata. Per quanto riguarda le statistiche di squadra, l’unica a tirare con più del 50% dal campo è stata l’Argentina col 53,7% e questo è stato indubbiamente uno dei fattori che ha permesso la sorprendente vittoria contro la Serbia. I sudamericani sono stati i migliori anche nel tiro da due (60%) e in quello da tre (44,4%) mentre dalla linea della carità la Francia è andata a segno con l’84%.

Il maggior numero dei tiri tentati dal campo, da due e da tre è dell’Australia, 76, rispettivamente 46 e 30, mentre il primato di quelli a segno sono tutti dell’Argentina, 36, 24 e 12. Il miglior dato in fatto di rimbalzi catturati è della Francia con 44, ben 16 in più degli avversari statunitensi, fermatisi a 28. I transalpini giganteggiano soprattutto su quelli in difesa, ben 31, mentre in attacco c’è ex-aequo a 18 tra Serbia e Australia. Il maggior numero di assist è della Spagna, 28, mentre l’Argentina è l’unica in doppia cifra per quanto riguarda i recuperi, 10, quindi 6 sono le stoppate della Serbia che tuttavia ha perso 16 palloni, tanti quanti la Repubblica Ceca.

Per finire, tra le statistiche individuali più significative, Donovan Mitchell ha tenuto in piedi gli Stati Uniti finché ha potuto con 29 punti, 12 su 23 dal campo e 9 su 17 da due, il migliore dall’arco è stato lo spagnolo Fernandez con 5 su 5 mentre i francesi De Colo e Gobert hanno totalizzato 9 su 10 ai liberi; doppie doppie per l’argentino Campazzo, 18 più 12 assist, il serbo Jokic, 16 più 10 rimbalzi, e Gobert, 21 più 16 rimbalzi, mentre il ceco Satoransky ha sfiorato la tripla doppia (cosa che non si è mai concretizzata in un Mondiale) con 13 punti, 9 rimbalzi e 13 assist. Di seguito le statistiche di squadra e quelle individuali più importanti.

STATISTICHE DI SQUADRA

Tiri dal campo: Argentina 36/67 (53,7%) Serbia 28/67 (41,8%) Spagna 32/64 (50%) Polonia 29/60 (48,3%) Stati Uniti 29/65 (44,6%) Francia 30/63 (47,6%) Australia 33/76 (43,4%) Repubblica Ceca 30/61 (49,2%)

Tiri da due: Argentina 24/40 (60%) Serbia 20/39 (51,3%) Spagna 21/36 (58,3%) Polonia 19/31 (61,3%) Stati Uniti 22/45 (48,9%) Francia 22/40 (55%) Australia 22/46 (47,8%) Repubblica Ceca 23/44 (52,3%)

Tiri da tre: Argentina 12/27 (44,4%) Serbia 8/28 (28,6%) Spagna 11/28 (39,3%) Polonia 10/29 (34,5%) Stati Uniti 7/20 (35%) Francia 8/23 (34,8%) Australia 11/30 (36,7%) Repubblica Ceca 7/17 (41,2%)

Tiri liberi: Argentina 13/17 (76,5%) Serbia 23/28 (82,1%) Spagna 15/22 (68,2%) Polonia 10/14 (71,4%) Stati Uniti 14/21 (66,7%) Francia 21/25 (84%) Australia 5/6 (83,3%) Repubblica Ceca 3/4 (75%)

Rimbalzi: Argentina 8+21=29 Serbia 18+24=42 Spagna 11+23=34 Polonia 10+21=31 Stati Uniti 9+19=28 Francia 13+31=44 Australia 18+23=41 Repubblica Ceca 8+26=34

Assist: Argentina 22 Serbia 17 Spagna 28 Polonia 19 Stati Uniti 17 Francia 14 Australia 21 Repubblica Ceca 19

Palle perse: Argentina 14 Serbia 16 Spagna 13 Polonia 15 Stati Uniti 11 Francia 12 Australia 11 Repubblica Ceca 16

Palle recuperate: Argentina 10 Serbia 8 Spagna 9 Polonia 4 Stati Uniti 7 Francia 3 Australia 8 Repubblica Ceca 3

Stoppate: Argentina 3 Serbia 6 Spagna 0 Polonia 2 Stati Uniti 2 Francia 4 Australia 3 Repubblica Ceca 2

TOP SCORER INDIVIDUALI

Argentina: Scola 20 Campazzo 18+12 assist

Serbia: Bogdanovic 21 Bjelica 18 Jokic 16+10 rimbalzi

Spagna: Rubio 19+9 assist Willy Hernangomez 18 (7/11 da due) Fernandez (5/5 da tre)

Polonia: Slaughter 19 Ponitka 9+11 rimbalzi

Stati Uniti: Mitchell 29 (12/23 dal campo 9/17 da due)

Francia: Fournier 22 De Colo 18 (9/10 ai liberi) Gobert 21+16 rimbalzi (9/10 ai liberi)

Australia: Mills 24 Goulding 14 (4 su 11 da tre)

Repubblica Ceca: Auda 21 Satoransky 13+9 rimbalzi+13 assist

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

massimiliano.valle@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIBA

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tiro a volo, Europei Lonato 2019: nello skeet junior femminile azzurrine in difficoltà, finale lontana

Biglietti Atalanta-Fiorentina, come acquistare i tickets per la quarta giornata di Serie A