Beach volley, Europeo 2019 Mosca. Domani il via: subito in campo le quattro coppie azzurre con un triplo assalto alla Russia

Prende il via al Luzhniki Sports Complex domattina alle 11 l’edizione 2019 del Campionato Europeo di beach volley. Come sempre nelle annate dispari che precedono le Olimpiadi l’Europeo è un po’ compresso tra i tornei che danno punti per la qualificazione olimpica e dunque assume un ruolo secondario ma, soprattutto in campo maschile, questo è un torneo che assomiglia molto ad una rivncita del Mondiale che si è dispuitato un mese fa e che ha premiato i russi Stoyanovskiy/Krasilnikov che vorranno confermarsi davanti al pubblico amico ma i norvegesi Mol/Sorum, campioni continentali in carica, così come almeno una dozzina di altre coppie di altissimo livello, non sono d’accordo.

In campo femminile l’incertezza regna sovrana: vuoi peri problemi della coppia numero uno in Europa, le ceche Hermannova/Slukova, la cui stagione è stata caratterizzata da un infortunio serio a Slukova che ha impedito loro la partecipazione al Mondiale, vuoi per la lenta (ma inesorabile) risalita di un paio di coppie tedesche (Borger/Sude e Ludwig/Kozuch) e per la dicontinuità di altre coppie di vertice come le olandesi Keizer/Meppelink, campionesse in carica, o le padrone di casa Makroguzova/Kholomina e lo spagnole Liliana/Elsa. In questa cerchia ristretta proveranno ad inserirsi anche Menegatti/Orsi Toth che, dopo lo splendido quinto posto iridato, hanno subito solo sconfitte nei due Major Series ed hanno bisogno di ritrovare il gioco dei giorni migliori, assieme ad un pizzico di fiducia.

Oggi si parte con tutte e quattro le coppie italiane in campo per la prima sfida dei giorni che si svilupperanno con la formula all’italiana, come ai Mondiali. I primi a scendere in campo alle 12 ora italiana saranno Enrico Rossi e Adrian Carambula, reduci dal 17mo posto di Vienna che non può essere considerato siddisfacente. Gli azzurri hanno un campito non semplice: battere i padroni di casa russi Hudyakov/Velichko che arrivano dalla vittoria nel torneo 1 stella di Pinarella di Cervia, unico risultato di spicco di una stagione fin qui non esaltante che sarebbe potuta svoltare negli ottavi di finale a Sydney quando furono battuti proprio da Rossi/Carambula ai vantaggi del tie break. Da lì fino a Pinarella tante prestazioni al di sotto delle attese, compresa una presenza impalpabile al Mondiale di Amburgo.

Alle 16 sarà la volta di Andrea Abbiati e Tiziano Andreatta che dovranno compiere una vera impresa per uscire vittoriosi dalla sfida con un’altra coppia di casa ben più titolata, i russi Liamin/Myskiv, assieme da tre mesi e in grado già ai quarti a Jinjiang e Varsavia e agli ottavi al Mondiale di Amburgo e a Gstaad. Proprio al primo turno del torneo di Jinjiang risale l’unico precedente tra le due coppiue con il successo dei russi in tre set.

Alle 15 scendono in campo i tre volte campioni d’Europa Paolo Nicolai e Daniele Lupo che affrontano la coppia più abbordabile del loro girone di ferro, anche qui russa, composta da Gorbenko e Likholetov. Coppia che lo scorso anno aveva giocato un paio di tornei assieme (l’ultimo proprio a Mosca con eliminazione in qualificazione sopo il quinto posto di Anapa in Turchia). Likholetov sembrava aver abbandonato l’attività su sabbia ma è stato richiamato d’urgenza a sostituire l’infortunato Ivanov, akltro giovane promettente del vivaio russo, già protagonisti di Europei e Mondiali giovanili in questa stagione. Partita tutto sommato abbordabile per Lupo/Nicolai: non ci sono ovviamente precedenti.

In campo femminile, dopo l’antipasto di questa sera che ha visto per il girone C le russe padrone di casa Bocharova/Voronina battere 2-0 (21-16, 21-18) le austriache Schützenhöfer/Plesiutschnig e le ceche Bonnerova/Maixnerova superare 2-1 (17-21, 21-18, 15-10) le norvegesi Kjolberg/Hjortland, reduci dalla finale persa a Lubijana, oggi scendono in campo tutte le altre coppie compresa quella azzurra composta da Menegatti e Orsi Toth. Le italiane se la vedranno alle 10 ora italiana con le greche Arvaniti/Karagkouni, coppia esperta e che in stagione ha ottenuto due successi, a Lubijana lo scorso anno e Phnom Penh in Cambogia quest’anno. L’unico precedente fra le due coppie risale al lontano 2013 con successo per le azzurre in due set.

Risultati oggi 5 agosto. Pool C femminile: Schützenhöfer/Plesiutschnig (Aut)-Bocharova/Voronina (Rus) 0-2 (16-21, 18-21), Kjølberg/Hjortland (Nor)-Bonnerova/Maixnerova (Cze) 1-2 (21-17, 18-21, 10-15)

Programma 6 agosto. 9 Pool B femminile: Heidrich/Vergé-Dépré (Sui)-Ludwig/Kozuch (Ger), Lahti/Parkkinen (Fin)-Frolova/Ganenko (Rus), Pool E femminile: Ittlinger/Laboureur (Ger)-Lehtonen/Ahtiainen (Fin), Behrens/Tillmann (Ger)-Soria/Carro (Esp).
10 Pool A femminile: Menegatti/Orsi Toth (Ita)-Arvaniti/Karagkouni (Gre), Kloda/Ceynowa (Pol)-Placette/Richard (Fra). Pool H femminile: Liliana/Elsa (Esp)-Lunina/Samoday (Ukr), Makroguzova/Kholomina (Rus)-Lobato/Amaranta (Esp)
11 Pool A maschile: Plavins/Tocs (Lat)-Bykanov/Samoday (Rus), Mol/Sørum (Nor)-Huber/Dressler (Aut). Pool G maschile: Perusic/Schweiner (Cze)-Ermacora/Pristauz (Aut), Kantor/Losiak (Pol)-Nõlvak/Tiisaar (Est)
12 Pool H maschile: Koekelkoren/van Walle (Bel)-Walkenhorst/Winter (Ger), Thole/Wickler (Ger)-Popov/Gordieiev (Ukr). Pool F maschile: Carambula/Rossi (Ita)-Hudyakov/Velichko (Rus), Herrera/Gavira (Esp)-Beeler/Krattiger (Sui)
13 Pool B femminile: Strbova/Dubovcova (Svk)-Jupiter/Chamereau (Fra), Betschart/Hüberli (Sui)-Freiberger/Teufl (Aut)
15 Pool E maschile: Brouwer/Meeuwsen (Ned)-Doppler/Horst (Aut), Nicolai/Lupo (Ita)-Gorbenko/Likholetov (Rus). Pool B maschile: Heidrich/Gerson (Sui)-Varenhorst/van de Velde (Ned)
16 Pool D maschile: Liamin/Myskiv (Rus)-Andreatta/Abbiati (Ita), Fijalek/Bryl (Pol)-Giginoglu/Gögtepe (Tur). Pool C maschile: Samoilovs/Smedins (Lat)-Kolaric/Basta (Srb)
17 Pool F femminile: Stubbe/van Iersel (Ned)-Rudykh/Dabizha (Rus), Borger/Sude (Ger)-Kvapilova/Kubickova (Cze). Pool D femminile: Wojtasik/Kociolek (Pol)-Caluori/Gerson (Sui)
18 Pool D femminile: Birlova/Ukolova (Rus)-Graudina/Kravcenoka (Lat)
19 Pool B maschile: Krasilnikov/Stoyanovskiy (Rus)-Bergmann/Harms (Ger)
20 Pool C maschile: Semenov/Leshukov (Rus)-Seidl/Waller (Aut)

TORNEO MASCHILE
Pool A: Plavins/Tocs (Lat), Bykanov/Samoday (Rus), Mol/Sørum (Nor), Huber/Dressler (Aut)
Pool B: Krasilnikov/Stoyanovskiy (Rus), Bergmann/Harms (Ger), Heidrich/Gerson (Sui), Varenhorst/van de Velde (Ned)
Pool C: Semenov/Leshukov (Rus), Seidl/Waller (Aut), Samoilovs/Smedins (Lat), Kolaric/Basta (Srb)
Pool D: Liamin/Myskiv (Rus), Andreatta/Abbiati (Ita), Fijalek/Bryl (Pol), Giginoglu/Gögtepe (Tur)
Pool E: Brouwer/Meeuwsen (Ned), Doppler/Horst (Aut), Nicolai/Lupo (Ita), Gorbenko/Likholetov (Rus)
Pool F: Carambula/Rossi (Ita), Hudyakov/Velichko (Rus), Herrera/Gavira (Esp), Beeler/Krattiger (Sui)
Pool G: Perusic/Schweiner (Cze), Ermacora/Pristauz (Aut), Kantor/Losiak (Pol),Nõlvak/Tiisaar (Est)
Pool H: Koekelkoren/van Walle (Bel), Walkenhorst/Winter (Ger), Thole/Wickler (Ger), Popov/Gordieiev (Ukr)

TORNEO FEMMINILE
Pool A: Menegatti/Orsi Toth (Ita), Arvaniti/Karagkouni (Gre), Kloda/Ceynowa (Pol), Placette/Richard (Fra)
Pool B: Heidrich/Vergé-Dépré (Sui),Ludwig/Kozuch (Ger), Lahti/Parkkinen (Fin), Frolova/Ganenko (Rus)
Pool C: Bocharova/Voronina (Rus), Bonnerova/Maixnerova (Cze) 2; Schützenhöfer/Plesiutschnig (Aut), Kjølberg/Hjortland (Nor) 1.
Pool D: Birlova/Ukolova (Rus), Graudina/Kravcenoka (Lat), Wojtasik/Kociolek (Pol), Caluori/Gerson (Sui)
Pool E: Ittlinger/Laboureur (Ger), Lehtonen/Ahtiainen (Fin), Behrens/Tillmann (Ger), Soria/Carro (Esp).
Pool F: Stubbe/van Iersel (Ned), Rudykh/Dabizha (Rus), Borger/Sude (Ger), Kvapilova/Kubickova (Cze)
Pool G: Strbova/Dubovcova (Svk), Jupiter/Chamereau (Fra), Betschart/Hüberli (Sui), Freiberger/Teufl (Aut)

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Foto Fivb

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Basket femminile, Serie A1 2019-2020: Chicca Macchi rinnova per un’altra stagione

Volley, Preolimpico 2019: le stelle della manifestazione. Aleksandar Atanasijevic e Uros Kovacevic le principali minacce per gli azzurri