Ginnastica artistica, Universiadi 2019: Italia nelle mani di Mori, Ferlito, Rizzelli. Sfida totale a Russia e Giappone per le medaglie: le partecipanti a Napoli

A Napoli sono ufficialmente incominciate le Universiadi 2019, competizione multisportiva riservata agli studenti iscritti agli Atenei di tutto il mondo. Domani scenderanno in campo anche le ragazze per le prime gare di ginnastica artistica, venerdì rovente con il turno di qualificazione che assegnerà anche le medaglie della gara a squadra oltre a mettere in palio i pass per le varie finali (concorso generale individuale e specialità). L’Italia si presenta con grandi ambizioni perché può contare su un terzetto di grande esperienza internazionale che ha tutte le carte in regola per poter brillare: Lara Mori, Carlotta Ferlito, Martina Rizzelli cioè ragazze che hanno disputato Olimpiadi e Mondiali, vincendo medaglie in competizioni di prima fascia, capaci di esercizi di lusso con cui possono infiammare il PalaVesuvio. Le azzurre inseguiranno il podio nel team event e proveranno a perseguire le proprie ambizioni: Mori punta a dire la sua sul giro completo e al corpo libero, Ferlito vuole strabiliare alla trave, Rizzelli cercherà di emergere alle parallele.

Le avversarie dell’Italia sono però di assoluto spessore. Fa paura soprattutto la Russia di Uliana Perebinosova, Tatiana Nabieva, Liliia Akhaimova: un terzetto micidiale soprattutto tra staggi e volteggio che sulla carta partirà con i favori del pronostico. Il Giappone si affida a due grandi stelle come Asuka Teramoto e Aiko Sugihara, ragazze ai vertici da anni e sempre nelle posizioni che contano negli appuntamenti di spicco, supportate da Hitomi Hatakeda. Sulla carta spaventano meno il Canada di Alana Fischer, Jessica Dowling, Denelle Pedrick e la Corea del Sud di Chaeyeon Kim, Laewon Goo, Semi Yang. Attenzione poi alle ucraine Valeriia Osipova, Yana Fedorova, alla slovacca, Barbora Mokosova, all’azera Marina Nekrasova, alla tedesca Janine Berger.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE PARTECIPANTI E PER L’ORDINE DI ROTAZIONE

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federginnastica

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Atletica, Gianmarco Tamberi: “Mondiali importanti per definire il quadro dei favoriti alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Voglio riscattarmi!”

Universiadi 2019, chi è Erikah Seyama? La bellezza africana di eSwatini che ha incantato il San Paolo di Napoli