Volley femminile, semifinale playoff Serie A1 2019: Conegliano travolgente! Monza demolita in casa nella prima sfida della serie

Un dominio incontrastato e incontrastabile quello messo in campo da Conegliano nella prima sfida della semifinale della Serie A1 2018-2019 di volley femminile. Le ragazze allenate da Daniele Santarelli si sono imposte con il risultato di 3-0 (25-16; 25-14; 25-16) sul campo di Monza volgendo subito a proprio favore il fattore campo e mettendo un primo tassello importante sulla strada verso la finale. Al di là del punteggio, ciò che ha impressionato maggiormente è stata l’eccezionale condizione della squadra veneta, praticamente perfetta sotto ogni aspetto del gioco. La regia impeccabile di Joanna Wolosz ha imbeccato al meglio gli attacchi di Samanta Fabris (14 punti) e Kimberly Hill (11 punti), mentre le centrali Anna Danesi (10 punti con quattro muri) e Robin De Kruijf (10 punti) hanno contribuito alla causa con il solito fondamentale apporto. Da segnalare anche un paio di difese sensazionali di Monica De Gennaro. La formazione guidata da Miguel Angel Falasca non è mai riuscita a competere ad armi pari, pagando a caro prezzo gli errori al servizio e in fase d’attacco (nessuna giocatrice ha chiuso in doppia cifra). Servirà sicuramente un cambio di marcia alla compagine brianzola per provare a rimettere in equilibrio la serie nella sfida di domenica 21 aprile al PalaVerde.

Monza comincia in maniera molto aggressiva e trova subito il break grazie al muro di Adams (2-0). Conegliano replica immediatamente ristabilendo l’equilibrio e la sfida procede punto a punto (8-8). Fabris si mette in proprio e firma il nuovo allungo della formazione ospite, poi due giocate spettacolari di Hill (pallonetto a segno e muro su Adams) perfezionano lo strappo (10-16). La squadra di casa non riesce a replicare e il distacco aumenta ulteriormente fino al muro di Danesi che chiude di fatto il primo set (14-23). L’errore al servizio di Ortolani concretizza il 16-25 finale.

Il copione si ripete praticamente identico nel secondo parziale, con Fabris e Danesi protagoniste dell’allungo (6-10). Qualche errore di Conegliano permette alle ragazze di Falasca di accorciare (10-12), ma Monza spegne improvvisamente la luce: un paio di attacchi strepitosi di Sylla e un micidiale turno al servizio di De Kruijf mettono una seria ipoteca sul set (10-21). Nessun accenno di replica da parte delle brianzole, che appaiono in evidente difficoltà e cedono il parziale con il punteggio di 14-25.

L’inserimento di Devetag e tre muri consecutivi sembrano suonare la carica per le padrone di casa (4-3), ma la risposta di Conegliano non tarda ad arrivare grazie a De Kruijf e Fabris (5-11). Falasca rivoluziona la propria squadra con numerosi cambi e ottiene qualche segnale positivo da Melandri e Buijs, costringendo Santarelli al timeout (9-12). Perfetto però il rientro in campo della formazione veneta: Fabris cancella Ortolani con un muro spettacolare e le difficoltà in ricezione di Monza aumentano il distacco (12-19). Sull’incontro cominciano a scorrere i titoli di coda, fino all’errore di Orthmann che vale il 16-25 che chiude definitivamente la partita.

roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Alfio Guarise / LivePhotoSport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

LIVE Civitanova-Trento volley, Gara-2 Semifinale in DIRETTA: 3-1, la Lube vince e allunga nella serie

Calcio a 5, Serie A 2019: termina la stagione regolare. Rieti e Napoli nella top-4, Arzignano-Lazio il play-out