Nuoto, la lezione di vita di Manuel Bortuzzo, tornato a nuotare in piscina: “Un’emozione bellissima”


Ci sono storie che per un motivo o per un altro ti rimangono dentro e ti coinvolgono. Una di queste è quella di Manuel Bortuzzo, promessa del nuoto italiano il cui sogno era quello di essere un campione in piscina e a cui un colpo di pistola a Roma ha stravolto la vita. Un atto criminale, frutto dei tempi che viviamo nei quali il trasgredire le regole è la regola. Decidere dell’esistenza di una persona in qualunque caso non può avere una valida giustificazione, meno che mai per chi si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato.

Ma Manuel, rimasto paralizzato agli arti inferiori, non si è pianto addosso. Ha iniziato da quel giorno a lavorare su se stesso, con determinazione e voglia di fare. Lui lo chiama “allenamento” e così la sua attività fisioterapica è un costante piccolo passo in avanti quotidiano, per avere nuove risposte dal proprio corpo e capire fin dove può spingersi. Le manifestazioni a sostegno della sua opera sono state molteplici e i propri compagni/amici in acqua del Centro Federale ad Ostia gli infondono grande coraggio.

Lui recepisce i messaggi ed eccolo oggi in vasca, nel suo elemento preferito: “Ciao ragazzi, finalmente sono tornato in vasca. Un’emozione bellissima. Oggi inizia la mia riabilitazione qui, in acqua. Un saluto a tutti e ci vediamo presto“, le parole del 19enne nostrano al termine della sua nuotata, in un video su Instragram. Una lezione di vita, quella del ragazzo nativo di Treviso, a chi con troppa facilità si fa prendere dallo sconforto o a chi addita il prossimo di proprie responsabilità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Bracciata dopo bracciata … finalmente a casa!! 🏊🏼‍♂️🏊🏼‍♂️ #workinprogress

Un post condiviso da Manuelmateo (@manuelmateo_) in data:

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Manuel Bortuzzo

Lascia un commento

scroll to top