Ginnastica artistica, Coppa del Mondo di Doha 2019: Martina Rizzelli di nuovo in finale! L’analisi tecnica

Si sono concluse ieri le prime gare di qualificazioni della Coppa del Mondo di Doha, in Qatar. Alle parallele asimmetriche, ancora una volta, l’Italia ha schierato Martina Rizzelli, l’unica azzurra che, al momento, ha iniziato il percorso di qualificazione individuale in questo attrezzo.

Non era passata nemmeno una settimana dalla finale disputata a Baku che Martina, ieri, ne ha centrata subito un’altra: per la precisione, contando quella di Melbourne, la terza consecutiva. E’ un risultato importante, perché dimostra costanza, precisione e stabilità tecnica: non è da tutti infatti, chiudere tre esercizi su tre senza errori, ma anche ai fini della qualificazione olimpica essere fra le migliori otto è un traguardo perché regala dei punti.

L’esercizio di Rizzelli ieri le è valso il punteggio più alto di stagione, 13.233 con la nota D pari a 5.4, un decimo superiore rispetto a quanto visto in Azerbajian. Vediamo nel dettaglio, quanto presentato ieri.

il primo elemento è stato, come sempre, il difficile salto Ricna che Martina collega allo Shaposhnikova, poi il passaggio allo staggio basso con Tarzan e stalder stacco per tornare a quello alto, piantata ½ giro granvolta ½ e, ancora, piantata un giro completo collegato allo Tsukahara in uscita, perfettamente stoppato.

Fra le circa trenta ginnaste che ieri hanno tentato la qualificazione, i punteggi più alti sono arrivati da tre affermate eccellenze: la campionessa del mondo in carica, la belga Nina Derwael, che ha ottenuto un super 15.033, dalla campionessa del mondo 2015 e 2017, la cinese Yilin Fan, subito dietro con un ottimo 14.900 e, dalla specialista russa, Anastasia Iliankova, che chiuso con 14.633.

La finale alle parallele è prevista per domani e, così come previsto dal regolamento, Martina partirà per ultima.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Coppa del Mondo ginnastica artistica 2019 Martina Rizzelli

ultimo aggiornamento: 21-03-2019


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Campionati italiani 2019: Matteo Marsaglia beffa Innerhofer e Paris

Rugby a 7: quindici convocati per l’Italia per un raduno a Piacenza