Tiro con l’arco, Europei indoor 2019: a Samsun l’Italia vuole confermarsi la nazione di riferimento


Domani inizieranno a Samsun (Turchia) gli Europei indoor di tiro con l’arco. Questa rassegna continentale vedrà i migliori arcieri tornare a sfidarsi per l’ultimo grande appuntamento della stagione al chiuso, dopo gli avvincenti duelli delle Indoor World Series. Il programma dell’evento prevede martedì 26 le sessioni di allenamento e la cerimonia di apertura, mercoledì 27 ci saranno le qualificazioni e giovedì 28 le eliminatorie. Si entrerà poi nel vivo venerdì 1° marzo con le finali a squadre, mentre sabato 2 verranno assegnati i titoli individuali.

Nella scorsa edizione a Vittel, l’Italia ha ottenuto il primo posto nel medagliere con sei ori, due argenti e due bronzi e ora proverà a confermarsi nuovamente ai vertici. I tecnici hanno convocato 24 atleti per provare a ripetere quel risultato. Nell’arco olimpico maschile toccherà a Marco Morello, Michele Frangilli e Massimiliano Mandia difendere il titolo a squadre conquistato dall’Italia nel 2017, in quel caso con Galiazzo e Pasqualucci ad affiancare Mandia, che sarà anche la punta nell’individuale. Al femminile sarà invece Claudia Mandia l’atleta di riferimento e vedremo poi anche Elena Tonetta e Chiara Rebagliati.

Ambizioni importanti per gli azzurri del compound, dove gli esperti Sergio Pagni e Marcella Tonioli, autori fin qui di un’ottima stagione, proveranno a conquistare una medaglia nell’individuale. Nelle prove a squadre l’Italia dovrà difendere il titolo al maschile, in cui questa volta saranno Valerio Della Stua e Fabio Ibba ad affiancare Pagni. Al femminile c’è invece la concreta possibilità di migliorare l’argento di Vittel, visto che il terzetto formato da Tonioli, la veterana Irene Franchini e la giovane Sara Ret, appare molto competitivo. La Nazionale italiana potrà essere protagonista anche nelle gare Junior, in cui le maggiori possibilità di ottenere una medaglia saranno anche in questo caso nelle prove a squadre.

A Samsun saranno poi presenti diversi big del circuito internazionale, a partire dall’olandese Mike Schloesser, numero uno del ranking mondiale nel compound e pronto a confermarsi nuovamente sul gradino più alto del podio. Al femminile attesa invece per la padrona di casa Yesim Bostan, anche lei al comando del ranking, che dovrà però vedersela con la russa Natalia Avdeeva, che l’ha battuta in finale ai Mondiali di Yankton. Turchia che può sognare anche nell’arco olimpico con i giovani Mete Gazoz e Yasemin Anagoz, che al femminile troverà anche la pericolosa russa Sayana Tsyrempilova e l’ucraina Anastasia Pavlova.

 

 

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fitarco

Lascia un commento

scroll to top