Superbike, la Ducati punta sul nuovo motore 4 cilindri per fermare l’egemonia Rea-Kawasaki


Presso il Global Cloud Data Center di Aruba il team factory della Ducati Superbike ha presentato la sua nuova splendida Panigale V4-R che sarà affidata al britannico Chaz Davies ed al neo arrivato, lo spagnolo Alvaro Bautista in questo Mondiale Superbike 2019 ormai alle porte. La moto bolognese è pronta per una stagione di capitale importanza, nella quale proverà a spezzare l’egemonia di Jonathan Rea e della sua Kawasaki che stanno dominando la scena ormai da 4 anni.

Per la scuderia emiliana l’obiettivo non sarà semplice, giungendo da campionati con pochi sorrisi (nonostante tutto sono state comunque conquistate 28 vittorie), ma la nuova Panigale V4-R avrà una importante novità, come ha spiegato alla Gazzetta dell Sport, l’amministratore delegato di Ducati, Claudio Domenicali: “Inizia l’avventura con un nuovo motore 4 cilindri a V (1000 di cilindrata) che ci ha dato grandi soddisfazioni in MotoGP e che vogliamo sfruttare anche in Superbike”. Gli fa eco Luigi Dall’Igna, direttore di Ducati Corse: “Ho sempre sostenuto che i V4 sono i motori ideali per le corse e ora lo abbiamo implementato anche nella categoria riservata alle derivate di serie. Inoltre, con la distribuzione Desmo che è un nostro marchio di fabbrica. Ora, non ci rimarrà che vincere”. “La moto è nuova – prosegue Dall’Igna – Per cui inizialmente potremmo avere qualche problema di ambientamento, ma abbiamo ogni risorsa per risolvere i problemi”. 

Dopo i dirigenti è stata la volta dei piloti di spiegare le proprie sensazioni in vista del Mondiale 2019. Alvaro Bautista: “Mi sento bene, dopo tanti anni in MotoGP ho una nuova sfida davanti a me. Sono contento di essere qui, spero di divertirmi e fare il meglio possibile. Troverò gomme e circuiti diversi. ma se hai la voglia di vincere e fare il massimo non importa se sei in MotoGP o SBK. Mi aspetto di essere tra i protagonisti, Ducati ha un potenziale molto buono, è una moto giovane ma di livello alto. Ci manca ancora del lavoro e di capire, la moto ha ancora pochi chilometri, vediamo cosa succede“.

Chi, invece, è rimasto fedele e pronto a vincere è Chaz Davies: “Questa moto è veramente bella, velocissimaAbbiamo fatto già 4 giorni di test in Spagna e Portogallo, e scoperto il potenziale della moto. Difficile fare un paragone tra le due moto, sono molto diverse, questa è stata disegnata per correre solo sulla pista. Ma è molto semplice da guidare e ci dà tanta sicurezza. Non vedo l’ora di provarla in pista. Le curve, il piegare è migliorato, credo in Gigi e nell’intero team. Hanno fatto un grande passo avanti, mi fido di loro per poter vincere nella prossima stagione“.

 

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top