Karate, Europei Giovanili 2019: Carola Casale conquista l’oro nel kata Under21! Alessandro Cricco e Sara Soldano argento tra gli junior


L’Italia ottiene tre medaglie nella prima giornata di gare degli Europei Giovanili di karate ad Aalborg (Danimarca). La grande protagonista odierna è Carola Casale, che dopo l’argento dello scorso anno, conquista l’oro nel kata Under21. La giovane stella azzurra ha fatto valere la sua qualità sul tatami, superando al meglio i tre turni e approdando così alla finale. Qui ha eseguito in modo impeccabile il kata Papuren, realizzando 25.02 punti e battendo per 1.6 la turca Firdevs Koc Arzu. Nella stessa categoria delusione invece per il campione uscente Giuseppe Panagia, che viene eliminato al primo turno.

Nel kata junior arrivano due medaglie d’argento grazie ad Alessandro Cricco e Sara Soldano. Entrambi sono stati sconfitti in finale da un atleta turco, Cricco è stato battuto per 1.28 da Enes Ozdemir, mentre Soldano è stata superata per soli 0.24 da Keyda Nur Colak. Tra i cadetti si fermano ai piedi del podio Federico Arnone, sconfitto nella finale per il bronzo dal russo Antonio Rodriges Yanovitskiy, e Sonia Inzoli, eliminata al terzo turno.

Gli azzurri non trovano invece l’acuto nel kumite cadetti. Nei -52 kg si ferma al secondo turno dei ripescaggi il cammino di Mattia Buscemi. L’azzurro dopo essere stato eliminato in semifinale di pool dal macedone Bojan Kostov (1-0), poi argento, è passato ai ripescaggi, dove è stato subito sconfitto 6-0 dallo slovacco Jakub Cernicky, che otterrà poi il bronzo. Nei -57 kg quinto posto per Jacopo Botosso, che perde 2-0 la finale per il bronzo contro l’azero Huseyn Mammadli. In precedenza Botosso era stato sconfitto in finale di pool per 3-0 dal turco Faruk Yurur Omer, che ha poi conquistato il titolo. Nei +70 kg Francesco Leoni viene invece eliminato al primo incontro, sconfitto per hantei (0-0) dall’azero Osman Osmanli.

Infine in ambito femminile nei -47 kg stop al terzo turno per Giorgia Fabbri, battuta 5-0 dalla portoghese Lea Barros, mentre nei -54 kg Aurora Pendoli non riesce a ripetere l’impresa dello scorso anno e viene eliminata al secondo turno dalla bosniaca Marina Kurtes per 4-0, dovendo quindi dire addio al sogno di difendere il titolo.

 

 

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIJLKAM

Lascia un commento

scroll to top