Ginnastica, Coppa del Mondo 2019: scocca l’ora di Vanessa Ferrari, l’attesa è finita! La Leonessa pronta a ruggire in qualifica


Finalmente ci siamo, la lunga attesa è finita e Vanessa Ferrari è pronta per tornare in pedana. Aspettavamo questo momento da domenica 8 ottobre 2017 quando la nostra capitana si ruppe il tendine d’Achille durante la finale al corpo libero dei Mondiali di Montreal, sono passati esattamente 500 giorni da quel momento drammatico: molti pensavano che la carriera della più grande ginnasta vista alle nostre latitudini fosse finita con l’urlo di dolore sul quadrato canadese, ma chi conosce bene la caparbietà della fuoriclasse bresciana sapeva che si trattava solo di un arrivederci.

Nel mezzo un’operazione, una lunga riabilitazione, un lento rientro in palestra e gli allenamenti per farsi trovare pronta: domani mattina (dalle ore 08.00 alle ore 11.00) l’allieva di Enrico Casella sarà impegnata nelle qualificazioni della seconda tappa della Coppa del Mondo, a Melbourne (Australia, nella terra dei canguri sono avanti dieci ore rispetto a noi) l’azzurra indosserà nuovamente il body da gara e si cimenterà tra trave e corpo libero con il chiaro obiettivo di ottenere la qualificazione alle finali di domenica: questo appuntamento è fondamentale perché mette in palio punti per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, l’occasione è ghiotta per muovere un passo importante verso il Sol Levante.

Tutto sembra essere andato per il meglio in prova podio ma ovviamente ci sono tante incognite attorno alla 28enne: la prolungata assenza dalle gare, uno stato di forma non al 100%, degli esercizi che non sono ancora completi (ma comunque meritevoli del livello internazionale), l’emozione di rimettersi in gioco dopo l’ennesimo infortunio. Vanessa però ci ha abituato a essere più forte di tutto e a regalarci magie quando si butta a capofitto nell’amata Polvere di Magnesio, c’è la tutta la voglia di fare saltare subito il banco. Diamo uno sguardo a quelle che saranno le dinamiche della qualifica.

Saliranno alla trave 12 ragazze, le migliori otto voleranno in finale. Vanessa si esibirà per sesta, le avversarie più importanti sembrano essere la cinese Shiting Zhao, la giapponese Mana Oguchi, la sudcoreana Seojeong Yeo, l’australiana Emma Nedov. Stesso numero di partecipanti al corpo libero dove l’azzurra si esibirà per ultima, le avversarie sono sostanzialmente le stesse da tenere d’occhio ma non conterà molto: bisognerà essere tra le migliori otto, poi ci si giocherà tutto domenica.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto concessione Sigoa

Lascia un commento

scroll to top