F1, Test Barcellona 2019: i risultati del mattino, Charles Leclerc davanti a tutti, Giovinazzi terzo, Hamilton chiude settimo

Ferrari's Monacan driver Charles Leclerc drives during the tests for the new Formula One Grand Prix season at the Circuit de Catalunya in Montmelo in the outskirts of Barcelona, on February 19, 2019. (Photo by LLUIS GENE / AFP)


Seconda giornata di test che ha preso il via quest’oggi a Barcellona (Spagna), riservata alle monoposto di Formula Uno, e la Ferrari è stata ancora protagonista. Se ieri infatti era stato Sebastian Vettel a centrare il bersaglio grosso, oggi è stato il turno del monegasco Charles Leclerc. Il nuovo pilota della Rossa ha subito dimostrato una grande confidenza con la monoposto, ottenendo ottimi tempi con grande tranquillità. Il 21enne nativo del Principato ha siglato, infatti, il miglior crono di questa prima parte di sessione (1’18″247) a circa un decimo dal miglior riscontro di ieri di Vettel, usufruendo della medesima mescola (C3). Un Leclerc che ha manifestato chiari segnali di vitalità, portando avanti il proprio programma con regolarità e diligenza.

Alle sue spalle troviamo il danese della Haas Kevin Magnussen (1’19″243), con il compound C3, effettuando una prova di time-attack, e l’Alfa Romeo del nostro Antonio Giovinazzi. Sfruttando il compound C4 (mescola più morbida), il pilota nostrano ha ottenuto il terzo tempo (1’19″312), essendo anche particolarmente attivo sul tracciato. In terza posizione sorprende la McLaren di Lando Norris (1’19″489). Il giovane racing driver britannico ha staccato il quarto crono (1’19″489) con il treno di pneumatici C2, favorito probabilmente da un assetto da qualifica, precedendo il francese Pierre Gasly (Red Bull), autore di 1’19″814 e particolarmente interessato ad accumulare chilometri. Seguono l’australiano Daniel Ricciardo (Renault) in 1’19″886 con la Renault, rallentato da alcuni problemi sul DRS, e il campione del mondo in carica Lewis Hamilton (1’19″928) con la Mercedes. Entrambe le monoposto hanno girato con gomme C3, con il britannico che tanto si è speso per raccogliere informazioni e provare le condizioni migliori con la W10. Per questo la lettura del suo risultato è da interpretare.

Completano il quadro Alexander Albon della Toro Rosso (1’20″046), protagonista di un’uscita di pista nelle prime battute che ha comportato la sospensione delle prove, con le gomme a banda gialla (C3) e la Racing Point di Lance Stroll (1’20″433) con il medesimo compound.

 

CLASSIFICA – TEST BARCELLONA 2019 – DAY-2 (MATTINA)

1 Leclerc Ferrari 1m18.247s
2 Magnussen Haas 1m19.243s
3 Giovinazzi Alfa Romeo 1m19.312s
4 Norris McLaren 1m19.489s
5 Gasly Red Bull 1m19.814s
6 Ricciardo Renault 1m19.886s
7 Hamilton Mercedes 1m19.928s
8 Albon Toro Rosso 1m20.046s
9 Stroll Racing Point 1m20.433s

 

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Lascia un commento

scroll to top