F1, Lewis Hamilton: “Non sono preoccupato dalla velocità della Ferrari. Faremo di tutto per essere competitivi fin dall’inizio”


La quattro giorni di test a Barcellona (Spagna) è andata in archivio. Tanti chilometri percorsi e giri completati dalle monoposto di Formula Uno. La priorità, specie per i top team, era quella di verificare l’affidabilità delle vetture e permettere ai propri tecnici di trovare la giusta strada di sviluppo da seguire.

In questa prima finestra di prove la Ferrari è quella che ha impressionato di più. La SF90 ha completato complessivamente 598 giri, dando ottime risposte sia sul piano della costanza che della prestazione. Né il tedesco Sebastian Vettel, né Charles Leclerc hanno spinto per forzare il proprio riscontro ma è stato proprio questo aspetto a confortare in casa della scuderia di Maranello: la grande facilità con cui venivano siglati certi tempi e l’eccellente guidabilità della monoposto hanno rappresentato due punti cardine della nuova Rossa.

Dati e aspetti di cui i rivali hanno preso atto. In Mercedes è chiaro che questi risultati non sono passati inosservati. La squadra campione del mondo ha, infatti, manifestato pubblicamente quanto la nuova “nata” sotto l’insegna del Cavallino Rampante sia andata forte, consapevole però anche del fatto che il cronometro almeno per ora ha un’importanza relativa. Lewis Hamilton, in questo senso, ha sottolineato la forza dei propri avversari senza però scomporsi più di tanto.

In generale io non sono uno che si preoccupa. Amo la pressione. La vita senza pressioni non è divertente“, le prime parole di Lewis, riportate da La Gazzetta dello Sport che ha aggiunto: “Qualsiasi numero si dica in questo momento potrebbe andare bene, perché nessuno sa esattamente che cosa abbiano fatto gli altri. Sarà l’anno più duro per noi. Ma ho con me i migliori soldati per superare assieme questa montagna. La motivazione è la stessa di sempre”, le considerazioni fiere del “Re Nero“.

Lewis quindi non si fascia la testa prima di essersela rotta e ha sottolineato inoltre: “Per ora siamo indietro. Non ci avviciniamo al debutto con animo rilassato. C’è ancora tanto lavoro da fare, ma in fabbrica a Brackley tutti stanno lavorando per portare novità già nei test della prossima settimana. Abbiamo davanti una lunga stagione. Importante la seconda parte di campionato? Non possiamo regalare un vantaggio iniziale alla Ferrari, per questo faremo di tutto per essere fin da subito competitivi“.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

scroll to top