Volley, Europei 2019: le avversarie del girone dell’Italia ai raggi X. La Francia fa paura, Bulgaria insidiosa


Poteva andare decisamente meglio, l’Italia è stata molto sfortunata e il sorteggio degli Europei 2019 di volley maschile non ci ha sorriso. L’urna di Bruxelles ci ha portato in dote Francia e Bulgaria cioè le due avversarie peggiori, quelle che alla vigilia si volevano evitare a tutti i costi. Gli azzurri giocheranno a Montpellier e saranno subito chiamati a un cammino in salita nella tana dei transalpini ma conosciamo più da vicino i nostri avversari, quelli che dovremo affrontare durante la fase a gironi della rassegna continentale in programma dal 12 al 29 settembre.

 

CLICCA QUI PER I GIRONI DEGLI EUROPEI

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO DEGLI EUROPEI

 

FRANCIA – Conosciamo a menadito i Galletti, nostri grandi rivali nelle ultime stagioni. I padroni di casa avranno dalla loro il supporto del proprio caloroso pubblico e vogliono riscattarsi dopo delle prestazioni sottotono: l’eliminazione alla seconda fase degli ultimi Mondiali e i deludenti Europei 2017 (quando difendevano il titolo) hanno segnato i transalpini che si presenteranno con parecchie ambizioni. Earvin Ngapeth è indubbiamente la stella, il carismatico schiacciatore è in grado di trascinare tutta la squadra e di caricarsi la formazione sulle spalle: vulcanico, dotato di colpi fuori dal comune, molto potente e preciso. Ha lasciato Modena in estate per accasarsi allo Zenit Kazan dove si sta esprimendo su ottimi livelli, in Nazionale vorrà ritornare quello della trionfale rassegna continentale di quattro anni fa. La Francia può poi contare su un ottimo opposto come Stéphen Boyer che è definitivamente esploso a Verona e che ha solo 22 anni, su un palleggiatore di grande esperienza come Benjamin Toniutti (allo ZAKSA di Gardini) e sul libero più forte del mondo, lo stellare Jenia Grebennikov che sta facendo magie a Trento. Validi in ricezione, puntuali in attacco, forse pagano qualcosa a muro (Le Roux sembra essere calato) ma sono sempre uno squadrone.

BULGARIA – La forza dei sempre temibili Verdi ruota attorno a un quesito: ritorneranno Tsvetan Sokolov e Matey Kaziyski? L’opposto di Civitanova e lo schiacciatore di Verona sono i due volti simbolo di questa Nazione a livello pallavolistico ma li rivedremo ancora con la loro casacca? Senza questi due fenomeni il livello della squadra cala decisamente anche se ottimi uomini come Yosifov, Penchev, Uchikov e Bratoev rendono questa compagine sempre molto insidiosa e difficile da battere. Le ultime apparizioni internazionali non sono state così positive (hanno ospitato una parte degli ultimi Mondiali), vedremo se sapranno rialzarsi.

PORTOGALLO – I lusitani puntano tutto sull’opposto Marco Evan Ferreira e sullo schiacciatore Caique Ferreira Da Silva. Non è una squadra molto temibile e non è abituata a questi palcoscenici, sulla carta non dovrebbe essere un fattore ma attenzione a non dare troppo spazio in attacco.

GRECIA – Ormai Djuric è fuori dal giro e gli ellenici sono poca cosa, sono dovuti passare dalle qualificazioni e non sembrano in grado di impensierire le big. Nikos Zoupani è un buon giocatore ma il collettivo ha degli evidenti limiti tecnici.

ROMANIA – Compagine sconosciuta ai più, hanno sorpreso tutti quest’estate quando hanno battuto la Finlandia nelle qualificazioni. Robert Aciobanitei, Laurentiu Lica, Razvan Olteanu sembrano essere gli uomini più in auge.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top