Sci alpino, Coppa del Mondo 2019: dalla valanga azzurra a Tomba, fino alle vittorie di Rocca, Blardone e Gross. Tutti i trionfi azzurri ad Adelboden


La Coppa del Mondo maschile fa tappa questo fine settimana in una delle località storiche del Circo Bianco. In programma, infatti, c’è una due giorni ad Adelboden, dove si disputeranno un gigante ed uno slalom. Si tratta di una pista che ha regalato in passato grandi soddisfazioni e trionfi all’Italia.

Gli anni d’oro della Valanga Azzurra hanno visto tanti successi italiani sul mitico tracciato svizzero. Il primo risale al 1973 quando Gustav Thoeni si impose in gigante. L’anno successivo ci fu addirittura una doppietta con Thoeni primo e Piero Gros secondo, ma il dominio azzurro non si è fermato. Nel 1975 Gros e Thoeni si scambiano i posti sul podio rispetto all’anno prima e nel 1976 è ancora Gustav a mettere il suo terzo sigillo ad Adelboden.

Per ritrovare un italiano sul podio bisogna poi andare al 1985, con il terzo posto di Richard Pramotton, ma è nella stagione successiva che il valdostano realizza il suo piccolo capolavoro, vincendo il gigante davanti a Marco Tonazzi per un’altra meravigliosa doppietta azzurra.

Gli anni Novanta sono quelli dei grandi trionfi di Alberto Tomba, ma il campione emiliano ha dovuto aspettare il 1995 per centrare la prima vittoria in Svizzera. In precedenza erano arrivati due piazzamenti sul podio: un terzo posto nel 1989 ed un secondo nel 1995.

Altro grande protagonista azzurro in quel di Adelboden è stato Massimiliano Blardone. Una pista amatissima dal nativo di Domodossola, che ha firmato gli ultimi grandi successi dell’Italia in gigante ad Adelboden. Una fantastica vittoria nel 2005, poi due secondi posti (2004 e 2007) ed un altro straordinario terzo posto nel 2012.

Italia che ha saputo farsi valere anche in slalom e tra i pali stretti sono arrivate altre due belle vittorie. La prima di Giorgio Rocca nel 2006 e la seconda di Stefano Gross nel 2015. L’ultimo podio azzurro risale a due anni fa e sempre in slalom, quando Manfred Moelgg (terzo anche nel 2013) fu secondo alle spalle di Henrik Kristoffersen.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top