Combinata nordica, Coppa del Mondo Chaux-Neuve 2019: va in scena il Nordic Combined Triple, Rydzek e Watabe sfidano Riiber. L’Italia punta su Pittin


Questo fine settimana a Chaux-Neuve (Francia) si svolgerà il Nordic Combined Triple, valido come sesta tappa stagionale della Coppa del Mondo di combinata nordica. La località transalpina ospiterà per la prima volta questa manifestazione, dopo che le precedenti cinque edizioni si sono svolte tutte a Seefeld (Austria). Il format prevede tre Gundersen con i risultati che verranno trasferiti da un giorno all’altro, per decretare poi al termine della gara di domenica il vincitore finale. Venerdì il segmento di fondo sarà di 5 km, con i migliori 50 atleti che accederanno alla gara di sabato su 10 km e poi i migliori 30 passeranno alla prova finale, con due salti dal trampolino e 15 km di fondo.

Una gara che sarà potenzialmente decisiva nella corsa alla sfera di cristallo, con il norvegese Jarl Magnus Riiber che proverà ad aumentare ulteriormente il proprio vantaggio in classifica generale sul tedesco Johannes Rydzek e sul giapponese Akito Watabe, che saranno anche i suoi principali avversari a Chaux-Neuve. Nell’ultima tappa in Val di Fiemme, Riiber ha dato però i primi segnali di cedimento, non riuscendo a salire sul podio e ad approfittarne è stato Rydzek, che ha ridotto il distacco in classifica a 149 punti e punterà a ripetersi in questa gara. Attenzione anche a Watabe, con una condizione in netta crescita e che ha conquistato il Nordic Combined Triple lo scorso anno. A proposito di albo d’oro, non si può non citare il tedesco Eric Frenzel, che ha vinto le prime quattro edizioni e proverà a tornare protagonista in questa gara.

L’Italia punterà ancora su Alessandro Pittin per cercare di centrare il primo podio della stagione. Il 28enne carnico si trova in testa al Best Skier Trophy, a dimostrazione delle sue grandi qualità sugli sci stretti e nelle ultime gare è sempre stato il migliore degli azzurri. Servirà però fare ancora quel passo in avanti decisivo dal trampolino per poter ambire ai vertici. Inoltre in questo format Pittin non è mai riuscito a chiudere tra i primi tre, impresa riuscita invece due volte a Samuel Costa, che nel 2017 chiuse al terzo posto le prime due Gundersen e poi al quinto complessivo. Essendo un combinatista completo, questo format gli si addice, ma la condizione attuale non sembra essere ancora al top e appare quindi difficile poter ripetere quei risultati.

 

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: By LZ6387Own work, CC BY-SA 4.0, Link

Lascia un commento

scroll to top