Combinata nordica, Coppa del Mondo Chaux-Neuve 2019: bis di Franz-Josef Rehrl! Altra vittoria dell’austriaco davanti a Watabe e Riessle

A Chaux-Neuve (Francia) trionfa ancora l’austriaco Franz-Josef Rehrl, che fa così un passo importante verso il successo finale del Nordic Combined Triple, valido per la Coppa del Mondo di combinata nordica. Dopo la vittoria ottenuta ieri nella Gundersen di 5 km, oggi il 25enne nativo di Schladming ha saputo ripetersi anche sui 10 km. Ancora una volta Rehrl ha fatto la differenza dal trampolino, guadagnando un grande margine sui rivali, che ha gestito poi in modo impeccabile nel segmento di fondo.

Seconda posizione a 24” per il giapponese Akito Watabe, che domani potrà quindi tentare la rimonta per bissare il successo dello scorso anno. Il nipponico questa volta è riuscito a battere in volata il tedesco Fabian Riessle, ancora terzo, e il norvegese Espen Bjoernstad. Quinto posto per l’austriaco Mario Seidl a 27”, mentre il norvegese Jarl Magnus Riiber, leader della classifica generale, chiude sesto a 56” e resta quindi in corsa per la vittoria. Giornata no invece per il tedesco Johannes Rydzek, che è solamente 16° ad 1’40” dalla vetta.

Due azzurri nella zona punti: Samuel Costa conferma il 21esimo posto del salto, chiudendo con 1’57” di ritardo, mentre Alessandro Pittin recupera sette posizioni e termina 27° a 2’34”. Non riescono invece a superare il taglio Lukas Runggaldier e Raffaele Buzzi, rispettivamente 38° a 4’07” e 42° a 4’42”. Domani infatti solo i migliori 30 atleti in classifica potranno partecipare all’ultima Gundersen, in cui si svolgeranno due salti e 15 km di fondo, che decreteranno il vincitore finale di questo Nordic Combined Triple.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Mick Schumacher ha firmato con la Ferrari Driver Academy. Il figlio del Kaiser entra nella famiglia di Maranello

Biathlon, IBU Cup Arber 2019: indietro gli azzurri nelle sprint, ma in tre si qualificano per gli inseguimenti