Ciclismo, Vincenzo Nibali: “Giro obiettivo principale. Ho incontrato Segafredo”


Il 2019 può essere davvero un anno importante per Vincenzo Nibali, che sarà impegnato in questi giorni nel secondo ritiro invernale della Bahrain-Merida. Queste le sue prime parole sulla nuova stagione nell’intervista alla Gazzetta dello Sport: “Voglia di riscatto dopo un 2018 non andato come volevo. Competizione, sfida, agonismo. Per me è vita”.

Paolo Slongo ha parlato della possibilità di realizzare la doppietta Giro-Tour, ma il siciliano usa il freno e sa bene quale sarà il suo principale obiettivo: “Io sono sempre più cauto, lui si lascia andare molto di più. Crede nel lavoro che fa e bisogna dargliene atto, ma non siamo macchine. Vado per gradi. Pensare al doppio impegno già ora è stressante. Focus sul Giro, poi si vedrà. Il Giro mi piace, mi ha dato tantissimo”.

Lo scorso anno il trionfo alla Sanremo e sarà difficile riprovarci: “Non sarò super pronto all’inizio, ma non è detto che sia irripetibile”.

Un commento anche su Fabio Aru: “L’ho incontrato poche volte e non parliamo di allenamenti. Sta a lui dimostrare il valore”.

Nibali non smentisce la possibilità di cambiare squadra: “Ancora sono qua. Vediamo sono trattative e progetti importanti. Segafredo è uno sponsor italiano, se ha interesse per un atleta italiano è normale che si faccia avanti. Sono in scadenza e c’è chi chiede informazioni. C’è stato un incontro”. 

Polemica ritardo stipendi della Bahrain: “Dovrebbero essere saldati, regolati con la fine del mese. Così è stato detto, ma è una cosa che non riguarda solo me”. 

 

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

scroll to top