Beach volley, World Tour 2019 The Hague. Stoyanovskiy/Krasilnikov devastanti: battono Sorum/Mol e si vanno a prendere il primo titolo dell’anno. Festa carioca tra le donne


Sono Stoyanovskiy e Krasilnikov i primi campioni del 2019 nel World Tour. La coppia russa si aggiudica il torneo 4 Stelle di The Hague ma la vera impresa la compie nei quarti di finale demolendo letteralmente i campioni norvegesi Sorum/Mol che avevano perso l’ultima partita importante a luglio dell’anno scorso visto che poi avevano inanellato 33 successi su 34 partite (ma la sconfitta con Brouwer/Meeuwsen era arrivata a qualificazione già avvenuta nelle finali del World Tour di Amburgo) e cinque tornei vinti a fila tra circuito mondiale e campionati europei. Sembravano imbattibili anche a The Hague, i norvegesi e invece sono incappati nella coppia russa in stato di grazia che li ha travolti nei quarti e poi ha sconfitto senza perdere un set sia i compagni di squadra Semenov/Leshukov in semifinale, sia i tedeschi Thole/Wickler in finale con un secco 2-0 (21-11, 21-18). Terzo gradino del podio per l’altra coppia russa Semenov/Leshukov che nella finale per il bronzo ha superato 2-1 (21-17, 14-21, 15-12) i padroni di casa Brouwer/Meeuwsen.

Trionfo brasiliano, invece, nel torneo femminile dove Rebecca/Ana Patricia hanno battuto in finale 2-0 (21-10, 21-18) le statunitensi Sponcil/Claes. Terzo gradino del podio per le finlandesi Lahti/Parkinen che hanno sconfitto nella finale per il bronzo 2-1 (15-21, 21-13, 15-6) le statunitensi Klimneman/Ross.

Così le semifinali femminili: Lahti/Parkkinen (Fin)-Sponcil/Claes (Usa) 1-2 (19-21, 21-18, 8-15), Ana Patrícia/Rebecca (Bra)-Klineman/Ross (Usa) 2-0 (21-17, 21-19)

Ottavi di finale maschili: Mol/Sørum (Nor)-Aye/Gauthier-Rat (Fra) 2-0 (21-14, 21-13), Stoyanovskiy/Krasilnikov (Rus)-Patterson/Budinger (Usa) 2-1 (21-16, 26-28, 15-7), Semenov/Leshukov (Rus)-Ranghieri/Caminati (Ita) 2-0 (21-16, 21-14), Kantor/Losiak (Pol)-Bouter/Penninga (Ned) 2-0 (21-17, 21-19), Samoday/Myskiv (Rus)-Pedro Solberg/Bruno Schmidt (Bra) 1-2 (30-28, 20-22, 11-15), Thole/Wickler (Ger)-Nurminen/Siren (Fin) 2-0 (21-17, 21-12), Perusic/Schweiner (Cze)-Heidrich/Gerson (Sui) 0-2 (21-23, 13-21), Brouwer/Meeuwsen (Ned)-Samoilovs/Smedins (Lat) 2-0 (21-0, 21-0).

Quarti di finale maschili: Mol/Sørum (Nor)-Stoyanovskiy/Krasilnikov (Rus) 0-2 (12-21, 13-21), Semenov/Leshukov (Rus)-Kantor/Losiak (Pol) 2-0 (21-18, 21-14), Pedro Solberg/Bruno Schmidt (Bra)-Thole/Wickler (Ger) 0-2 (19-21, 9-21), Heidrich/Gerson (Sui)-Brouwer/Meeuwsen (Ned) 0-2 (17-21, 19-21).

Semifinali maschili: Stoyanovskiy/Krasilnikov (Rus)-Semenov/Leshukov (Rus) 2-0 (21-18, 21-14), Thole/Wickler (Ger)-Brouwer/Meeuwsen (Ned) 2-0 (21-15, 21-18).

Foto Fivb

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top