Tiro con l’arco, Indoor World Series Roma 2018: subito record mondiale per Faith Miller nel junior compound


Inizia col botto il Roma Archery Trophy l’unica tappa italiana delle Indoor World Series di tiro con l’arco: alla Fiera di Roma, nel primo turno di qualifiche (disputato, peraltro, in tutte le specialità) c’è subito un record del mondo, realizzato dall’americana Faith Miller nel junior compound: il nuovo primato sulle 60 frecce a 18 metri di distanza è di 594, contro il 593 precedentemente realizzato dalla connazionale Erika Jones. Prima reazione dell’atleta: “Siete sicuri che ho realizzato il record mondiale?

Nell’arco olimpico, tra gli uomini c’è il primo posto del sudcoreano Lee Jongyoung con 586 punti davanti a Ko Dusol con 485. Quinto e sesto, con 578 e 577 punti, Fabio Molfese e Massimiliano Mandia. Al femminile, dove c’è da registrare il nono posto dell’altra Mandia, Claudia, con 575: anche qui c’è una sudcoreana in testa, ed è Cheyun Kim con 590.

Nell’arco olimpico junior, al maschile tutte le prime tre posizioni sono ucraine: Volodymyr Kamenskyi (583), Oleksandr Pantsyru (581), Oleksandr Hrekulov (576). Miglior italiano, al sesto posto, Leonardo Koch con 556 punti. Tra le ragazze un’altra ucraina, Eva Bulakh, è prima con 569, con la nostra Livia Nardinocchi nona a 505.

Nel compound non stecca l’olandese Mike Schloesser, attesissimo nella Capitale e primo con 598 punti. Quarto posto per Arcangelo Borrusso (581), poi sono sesto, settimo e ottavo Mauro Quintano (578), Ahmet Arda Yildirim (577) e Massimiliano Enrico Marinelli (576). Tra le donne è prima la sudcoreana So Chaewon con 594 punti, mentre è settima Anastasia Anastasio con 577.

Nel compound junior, detto di Faith Miller, al femminile c’è Nicole Boffa in quarta posizione con 509. Tra i maschi, al comando il norvegese Trym Isnes con 584, mentre figura terzo Valentino De Angeli a quota 578.

Nell’arco nudo è ancora un norvegese, Stig Goran Berget, a trovarsi in testa con 541 punti, mentre è quarto Riccardo Gasponi con 513. Le nostre Sara Giustini e Silvia Giuliani sono invece davanti nel femminile: per loro i punteggi sono rispettivamente di 503 e 496.

Nel longbow, con Mikhail Poddevalin al comando (465), i colori azzurri si fanno vedere al terzo posto grazie al nome di Giuseppe Bianchi (401).





federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credits: Fitarco

Lascia un commento

scroll to top