Salto con gli sci, Coppa del Mondo Engelberg 2018: Ryoyu Kobayashi centra il quarto successo stagionale e allunga su Zyla e Stoch. Insam non supera il taglio

Ryoyu Kobayashi | Foto: LaPresse


Un solo uomo al comando della Coppa del Mondo 2018-2019 di salto con gli sci: si tratta del nipponico Ryoyu Kobayashi, che si è imposto in gara 2 a Engelberg (Svizzera) portando a casa la quarta vittoria della stagione. Il 22enne nativo di Hachimantai ha riscattato il deludente settimo posto di ieri aggiudicandosi entrambe le manche odierne e distanziando di nove punti il secondo classificato, il polacco Piotr Zyla. Kobayashi non è stato perfetto in occasione dei due salti, ma si è dimostrato complessivamente il migliore stampando una strepitosa misura di 144 metri che ha scremato la concorrenza, per poi chiudere con un totale di 294.4 punti.


I polacchi Piotr Zyla e Kamil Stoch hanno completato il podio occupando la seconda e terza piazza sia nella prima che nella seconda manche, ma non hanno potuto niente contro la classe sopraffina del giapponese. Zyla ha portato a casa la seconda piazza d’onore consecutiva, rimanendo saldamente in seconda posizione nella generale, mentre Stoch è scivolato in terza posizione (dopo la seconda della prima prova) a causa delle condizioni sfavorevoli di vento incontrate durante l’ultimo salto. Buonissima quarta piazza per il tedesco Karl Geiger, vincitore di gara 1, che è rimasto ai piedi del podio di appena nove decimi nonostante un grandissimo secondo salto da 142 punti. In grande crescita un altro polacco, Dawid Kubacki, il quale è arrivato quinto con due salti molto solidi e di grande valore tecnico che gli sono valsi un piazzamento a ridosso del podio, distante appena un punto. Da segnalare la nona posizione di un sorprendente Roman Koudelka (Repubblica Ceca), che migliora di due posti rispetto a gara 1 confermando un ritrovato feeling col trampolino dopo un periodo di grande difficoltà.

Delusione in casa Italia per Alex Insam, 38° e fuori dalla zona punti per la seconda gara consecutiva con una prova abbastanza negativa in occasione della prima serie. L’azzurro, che aveva ben figurato nelle qualificazioni con il 19° punteggio, non è riuscito ad eseguire il gesto tecnico con pulizia ed ha pagato dazio con una misura insufficiente per superare il taglio. Insam ha ottenuto 111.6 punti con un salto di 122.5 metri, distante sei punti dalla trentesima piazza nella prima manche occupata dal canadese Mackenzie Boyd-Clowes.


Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Lascia un commento

scroll to top