Olympiacos-Milan 3-1, Europa League 2019: partita da incubo per i rossoneri, che vengono eliminati


Il Milan viene eliminato dall’Europa League al termine di una partita da incubo per i rossoneri, che vengono battuti per 3-1 dall’Olympiacos, che davanti al proprio pubblico compie l’impresa, ribalta i pronostici e supera il Milan in classifica in virtù della migliore differenza reti, ottenendo così il pass per i sedicesimi di finale. La squadra di Gattuso sembrava in pieno controllo della situazione fino all’ultima mezz’ora di gioco quando i greci hanno tritato fuori la grinta e l’orgoglio, andando ad imporsi.

Nel primo tempo partita equilibrata con l’Olympiacos che dopo 10’ ha una buona chance con Guerrero, fermato però dall’uscita di Reina. Al 18’ il Milan si accende con una bella azione che non viene però concretizzata da Higuain e poco dopo arrivano altre due occasioni con il colpo di testa di Zapata e il tiro di Cutrone. Il gol però non arriva e si va negli spogliatoti sullo 0-0.

La partita viene sbloccata al 60’ da Cisse che sfrutta una dormita generale dei rossoneri su calcio d’angolo per insaccare in rete da due passi. Il Milan reagisce e va vicino al pari prima con Cutrone e poi con Higuain, ma al 70’ arriva il 2-0 dei greci: sul tiro di Guilherme arriva la sfortunata deviazione di Zapata, che fa autogol. Due minuti più tardi sarà lo stesso Zapata ad accorciare le distanze segnando di testa su angolo di Calhanoglu. All’81’ però Abate trattiene in area Torosidis, l’arbitro concede il rigore, trasformato da Fortounis che spiazza Reina e manda in estasi i tifosi dell’Olympiacos, che riuscirà nel finale a chiudere tutti gli spazi e portare a casa questa incredibile vittoria.

 





 

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Salvatore Izzo

Lascia un commento

scroll to top