Seguici su

Senza categoria

Tennis, Next Gen ATP Finals 2018: Stefanos Tsitsipas trionfa in Finale contro Alex De Minaur e conferma i favori del pronostico

Pubblicato

il

Tutto come da copione. E’ il greco Stefanos Tsitsipas (n.15 ATP) a trionfare nell’edizione 2018 delle Next Gen ATP Finals, torneo riservato ai migliori otto tennisti under21, che si è concluso alla Fiera di Milano. L’ellenico ha confermato i favori del pronostico e ha superato l’australiano Alex De Minaur (n.31 del mondo) con il punteggio di 2-4 4-1 4-3 4-3. Un 1 ora e 45 minuti di partita in un match molto tirato negli ultimi due parziali dove la classe del 20enne di Atene è emersa al cospetto del solido aussie.

Nel primo set si comprende fin da subito il canovaccio del confronto: da un lato la genialità di Tsitsipas e dall’altro la grande difesa di De Minaur. Adottando uno stile alla “Nole Djokovic”, fatte le debite proporzioni, il n.31 del ranking mette in difficoltà l’ellenico nel quinto game, sfruttando qualche errore di troppo da parte del rivale ed aggiudicandosi il parziale 4-2. Nel secondo set la risposta di Stefanos non si fa attendere e, migliorando la profondità di palla, il break in proprio favore si è materializzato nel secondo gioco. Forte di questo vantaggio il talentuoso greco conclude sul 4-1.

Nel terzo set entrambi danno libero sfogo alle proprie qualità. L’australiano salva una palla break mortifera nel primo game mentre Tsitsipas concede le briciole all’avversario in risposta. L’epilogo al tie-break è scontato e la maggior regolarità dell’ellenico si rivela l’arma decisiva nel frangente, superando De Minaur 7-3. Nel quarto parziale lo spartito non cambia e si va avanti sul filo dell’equilibrio anche se i turni in battuta del 19enne nativo di Sydney sono decisamente più laboriosi. Un particolare non trascurabile che dà modo al 20enne di Atene di prendere in largo allo stesso identico modo della terza frazione e concludere sul 7-3 con grande soddisfazione.

Per quanto concerne la finalina del 3° e 4° posto il successo è andato al russo Andrey Rublev (n.68 ATP) che si è imposto al termine di una vera e propria maratona contro lo spagnolo Jaume Munar (n. 76 del mondo) 1-4 4-3 2-4 4-2 4-3 in un match durato 1 ora e 51 minuti di gioco.

 

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Rena Schild / Shutterstock.com

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *