Sci alpino, i precedenti dell’Italia in Coppa del Mondo a Lake Louise: terra di conquista per Isolde Kostner. Podi anche per le sorelle Fanchini e Sofia Goggia

Lake Louise è da sempre la casa di Lindsey Vonn, con l’americana che ha ottenuto diciotto delle sue ottantadue vittorie in Coppa del Mondo proprio sul tracciato canadese. Una pista, comunque, che negli anni ha dato grandi soddisfazioni all’Italia e soprattutto ad una delle migliori velociste della storia dello sci azzurro, Isolde Kostner.

L’altoatesina è salita per nove volte sul podio a Lake Louise, trionfando in ben quattro occasioni. La prima volta è stata nel 1999 in discesa libera, un successo bissato la stagione successiva (con anche un secondo posto sempre in discesa). L’anno magico per Kostner in terra canadese è stato il 2001, dove riuscì ad imporsi in entrambe le discese in programma davanti ad una grandissima come l’austriaca Michaele Dorfmeister.

Per attendere un successo in discesa di un’atleta italiana bisogna passare al 2005, anno del successo di Elena Fanchini (terza poi nel 2013) davanti alle austriache Dorfmeister e Meissnitzer. Purtroppo la nativa di Lovere non sarà al cancelletto di partenza della gara canadese in questa stagione a causa del grave infortunio patito in allenamento pochi giorni fa e che ha già messo fine alla sua stagione.

A Lake Louise nel fine settimana sono in programma non solo due discese, ma anche un superG. In questa specialità sono due le azzurre salite sul gradino più alto del podio. Nel 2002 a vincere fu Karen Putzer davanti all’austriaca Martina Ertl e alla francese Carole Montillet (vincitrice due volte in Canada); poi nel 2008 è stato il momento di Nadia Fanchini che si impose sulla svizzera Fabienne Suter e all’austriaca Andrea Fischbacher.

Negli anni recenti è stata Sofia Goggia a portare il Tricolore sul podio, ma la bergamasca non è mai riuscita a vincere, chiudendo al secondo posto in discesa e terza in superG nel 2016.

 





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: photomdp shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Eurolega: ufficiale l’ingresso dell’ASVEL Villeurbanne dalla stagione 2019-2020

Olimpiadi Invernali 2026, domani Milano e Cortina presentano il progetto a Tokyo. La candidatura italiana cerca consensi