Pattinaggio artistico, Inge Solar Memorial Alpen Trophy 2018: Daniel Grassl trionfa nel singolo maschile, incoraggiante sesto posto per Roberta Rodeghiero

Arrivano bellissime notizie dall’Olimpyahalle di Innsbruck (Austria), impianto sportivo teatro questa settimana dell‘Alpen Trophy 2018, ottava gara internazionale del circuito ISU Challenger Series 2018-2019 di pattinaggio artistico.

Il pattinatore azzurro Daniel Grassl ha infatti trionfato nel singolo maschile, confermando il primato già ottenuto nel primo segmento di gara. L’atleta altoatesino allenato da Lorenzo Magri si è imposto nettamente sugli avversari realizzando una performance di alto profilo in cui ha atterrato, tra gli altri elementi, un quadruplo lutz (chiamato sottoruotato dal pannello) un quadruplo rittberger e un triplo axel, oltre che importanti combinazioni come triplo ritberger/triplo toeloop e triplo lutz/triplo toeloop. Mancando per una piccola imprecisione l’ultimo elemento di trottola, invalidato dal pannello, il sedicenne ha conquistato nel segmento 147.08, suddiviso in 80.68 (tecnico) e 66.40 (componenti del programma) guadagnando il totale di 230.50. In seconda posizione, a quasi 26 punti di distanza, si è classificato il canadese Roman Sadovski (204.95) davanti all’americano Tomoki Hiwatashi (terzo con 199.21).  Dopo un programma libero problematico è scivolato in tredicesima posizione l’azzurro Mattia Della Torre (171.49); sedicesimo posto per Jari Kessler (167.00)

Nella categoria femminile trionfo netto della russa Anna Tarusina, protagonista di un notevole programma in cui ha eseguito difficili elementi tecnici: buona la combinazione doppio axel/euler /triplo salchow così come gli ultimi tre elementi del layout realizzati con bonus, rispettivamente triplo rittberger/doppio toeloop, triplo flip e triplo rittberger. Raccogliendo livello 4 sia nelle trottole che nella serie di passi, l’atleta classe 2003 allenata da Sergei Davydov ed Elena Buianova ha ottenuto il nuovo primato nel segmento di 131.28 (71.44, 59.84) totalizzando 198.76, nuovo personal best. A distanza siderale si è classificata in seconda posizione la compagna di squadra Serafima Sakhanovich, in rimonta dal quarto posto con il punteggio totale di 174.36. Sul gradino più basso del podio, lontana oltre dieci punti dalla seconda, si è piazzata con 165.40 l’australiana Brooklee Han.

Da registrare il grande rientro di Roberta Rodeghiero, sesta classificata in una gara di alto livello. La ventottenne di Schio, al rientro internazionale dopo due anni stop, è stata autrice di un ottimo programma libero caratterizzato dalla corretta esecuzione di elementi come il triplo lutz, la combinazione triplo lutz/doppio toeloop e la sequenza triplo toeloop/doppio axel, con cui ha ottenuto nel segmento 105.16 punti (52.92, 52.24) totalizzando il punteggio di 160.66. Scivola in tredicesima posizione (dopo la nona piazza dello short) Sara Conti, artefice di un programma viziato da qualche sbavatura di troppo con cui ha guadagnato il totale di 136.41; perde una posizione rispetto allo short Elisabetta Leccardi, ventiduesima classificata con 123.39.

CLASSIFICA FINALE SENIOR MASCHILE

Pl. Name Nation Points SP FS
1 Daniel GRASSL ITA 230.50 1 1
2 Roman SADOVSKY CAN 204.95 2 5
3 Tomoki HIWATASHI USA 199.21 3 7
4 Konstantin MILIUKOV RUS 199.19 5 4
5 Luc MAIERHOFER AUT 198.29 7 2
6 Camden PULKINEN USA 196.55 4 6
7 Adam SIAO HIM FA FRA 187.90 13 3
8 Thomas STOLL GER 183.82 6 12
9 Lukas BRITSCHGI SUI 182.27 9 9
10 Valtter VIRTANEN FIN 180.96 10 11
11 Micah Kai LYNETTE THA 180.88 11 10
12 Radek JAKUBKA CZE 180.22 16 8
13 Mattia DALLA TORRE ITA 171.49 8 18
14 Slavik HAYRAPETYAN ARM 170.72 17 14
15 Catalin DIMITRESCU GER 169.12 15 15
16 Jari KESSLER ITA 167.00 14 16
17 Daniel Albert NAURITS EST 165.35 21 13
18 Aleksandr SELEVKO EST 165.17 18 17
19 Harry MATTICK GBR 155.23 22 19
20 Igor REZNICHENKO POL 154.77 12 20
21 Sunghoon PARK KOR 134.41 26 21
22 Se Jong BYUN KOR 133.65 19 23
23 Georgii RESHTENKO CZE 132.60 23 22
24 Joshua ROLS FRA 125.25 25 24
25 Marco KLEPOCH SVK 119.64 24 25
WD Jonathan HESS GER

CLASSIFICA FINALE SENIOR FEMMINILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Anna TARUSINA RUS 198.76 1 1
2 Serafima SAKHANOVICH RUS 174.36 4 2
3 Brooklee HAN AUS 165.40 2 7
4 Ashley LIN USA 165.34 12 3
5 Laurine LECAVELIER FRA 162.78 5 4
6 Roberta RODEGHIERO ITA 160.66 6 6
7 Karly ROBERTSON GBR 156.93 11 5
8 Soyoun PARK KOR 152.94 3 9
9 Natasha MCKAY GBR 146.01 17 8
10 Hongyi CHEN CHN 143.90 8 11
11 Gerli LIINAMÄE EST 140.62 14 10
12 Greta MORKYTE LTU 136.87 15 12
13 Sara CONTI ITA 136.41 9 18
14 Julia SAUTER ROU 133.00 16 17
15 Kristina SHKULETA-GROMOVA EST 132.95 18 15
16 Anita ÖSTLUND SWE 132.74 10 20
17 Sophia SCHALLER AUT 130.05 20 16
18 Julie FROETSCHER FRA 128.44 22 13
19 Valentina MATOS ESP 127.98 19 19
20 Yasmine Kimiko YAMADA SUI 125.94 25 14
21 Alissa SCHEIDT GER 123.84 7 23
22 Elisabetta LECCARDI ITA 123.39 21 21
23 Anna LITVINENKO GBR 116.73 23 22
24 Romana KAISER LIE 94.62 29 24
25 Daniela KO CZE 93.70 27 25
26 Simona GOSPODINOVA BUL 84.79 26 27
27 Sarah Isabella BARDUA NZL 81.86 30 28
28 Zahra LARI UAE 76.58 31 26
29 Thita LAMSAM THA 72.03 28 29
WD Elzbieta KROPA LTU
WD Emmi PELTONEN FIN
WD Tasya PUTRI INA
WD Daria PANENKOVA RUS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Simone Pianigiani: “Vittoria arrivata nel quarto periodo. Non era facile”; Micov: “Disputato un buon incontro”

Taekwondo, French Open 2018: molti gli azzurri a Parigi alla caccia del podio