L’ex tennista Boris Becker vola a Malta per giocare a poker in beneficenza


Boris Becker è una vera e propria leggenda del tennis. Le sue gesta sportive hanno reso il suo nome tanto conosciuto da renderlo uno degli atleti più famosi ed apprezzati del settore. E la fama di Becker non si limita alla sua patria tedesca, ma si estende in ogni continente in cui ci si interessi al tennis almeno un po’. Da quando, nel 1999, Becker ha deciso di mettere da parte il tennis, il poker è diventato la sua passione principale e, anche per questo, il campione è stato uno degli ospiti VIP a sedere al tavolo speciale del Battle of Malta 2018, istituito in occasione di un evento benefico per raccogliere fondi da destinare alla ricerca contro il cancro al seno.

Negli ultimi tempi si era diffusa la notizia di un problema di salute legato all’ormai ex tennista tedesco ma, fortunatamente, tutto si è risolto nel migliore dei modi con una semplice operazione.

Probabilmente, spinto da una maggiore sensibilità verso queste delicate tematiche, Becker ha accettato con piacere l’invito a far parte del gruppo di ospiti VIP scelti per partecipare ad uno speciale torneo di poker organizzato in occasione della Battaglia di Malta di quest’anno.
Lo scorso 26 ottobre, infatti, Becker e altri nomi noti dello spettacolo come Patrik Antonius si sono sfidati intorno ad un tavolo giocando a poker al Casino Malta di St. Julian, nella soleggiata isola del Mediterraneo, per partecipare ad un evento collaterale al Main Event della Battaglia di Malta.

La Battaglia di Malta è dal 2012 un appuntamento fisso per chi ama giocare a poker live con serietà e professionalità e senza un buy-in troppo elevato.
Il torneo di beneficenza a cui Becker ha partecipato è stato mirato a sostenere il progetto Pink October, una solida iniziativa maltese che promuove con ogni sua forza una serie di disparati eventi volti a raccogliere fondi da destinare alla ricerca contro il cancro al seno. La Pink October Malta è un’iniziativa pensata dalla Fondazione Marigold che mira a diffondere la consapevolezza sul cancro al seno e incoraggiare le donne a fare controlli regolari.
Otto posti del tavolo speciale sono stati sorteggiati tra tutti i pokeristi che hanno acquistato uno o più biglietti (di soli 10 euro) necessari per aver parte al torneo e con i quali si è raggiunto l’ammontare di ben 20.000 dollari da donare, una cifra che equivale ad un grande gesto a favore di questa nobile causa. Otto giocatori su nove, quindi, sono stati i fortunati estratti da un sorteggio, mentre il posto di Boris Becker era suo di diritto, aggiudicato in quanto ospite d’onore. Patrick Antonius si è accomodato successivamente, in sostituzione di un giocatore eliminato.
Il susseguirsi delle loro mani è stato trasmesso sia in diretta tv sul canale Twitch sia in streaming sul canale Facebook della pagina ufficiale della Battaglia di Malta.

Laura Cornelius, conduttrice del Battle of Malta 2018, ha approfittato dei break del Main Event del torneo per scambiare quattro chiacchiere con l’ex tennista e farsi raccontare le sue impressioni riguardo il torneo benefico a cui lui ha partecipato. Becker, nel corso dell’intervista, ha ribadito l’importanza che il poker ha assunto nella sua vita dopo l’allontanamento dal tennis (oggi Becker ha già compiuto 51 anni).
Becker è diventato uno tra gli atleti più famosi al mondo degli ultimi decenni dopo aver vinto ben sei Slam, tre Wimbledon e 49 titoli in totale, ma il suo successo non si è limitato solo alla pallina e alla racchetta. A renderlo la leggenda sportiva che è oggi sono state anche le carte da poker, che gli hanno permesso di guadagnare oltre 100.000 dollari in dieci anni, da quando, cioè, frequenta i tornei di poker dal vivo.
Inoltre, nel corso dell’intervista, Becker ha dichiarato che quando non si trova impegnato in nessuna competizione di poker live, ama passare il tempo libro giocando nei siti di casino online sicuri AAMS utilizzabili in Italia, fortificando le sue strategie e perfezionando le tecniche che fino ad ora gli hanno permesso di collezionare ottimi risultati al tavolo verde.

Puoi guardare qui il video riassunto dell’intervista alla Battaglia di Malta:

Foto: Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top