Show Player

Basket, Champions League 2018-2019: Avellino a Le Mans per la quinta vittoria, test importante per la Virtus Bologna contro Strasburgo


Pietro Aradori Virtus Segafredo Bologna - Red October Cantu LBA Serie A Postemobile 2018-2019 Bologna, 11/11/2018 Foto Ciamillo-Castoria


Sarà sfida Francia-Italia nella sesta giornata della fase a gironi della Basketball Champions League 2018-2019. Avellino vola a Le Mans alla ricerca del quinto successo e di un ulteriore passo avanti in ottica qualificazione. La Virtus Bologna attende al PalaDozza il SIG Strasbourg nello scontro diretto tra prima e seconda del gruppo D.

La formazione irpina, reduce dall’ottimo successo a Varese in campionato, è seconda nel gruppo A alle spalle dell’UCAM Murcia e arriva da un’importante vittoria con il Banvit, conquistata grazie ai 24 punti di Demetris Nichols ed ai 23 di Caleb Green. Le Mans ha perso nettamente la scorsa settimana con il Nizhny Novgorod subendo la terza sconfitta in Europa a fronte di due vittorie. La sfida sarà anche lo scontro tra migliore e peggiore attacco della competizione: 93.8 di media per la Sidigas e appena 71.0 per i francesi.

Loading...
Loading...


La squadra guidata da Nenad Vucinic non dovrà comunque sottovalutare l’avversario. Le Mans proverà a far valere le proprie doti in fase difensiva (sesta per palle recuperate nel torneo) e a sfruttare i suoi giocatori di punta, su tutti lo statunitense Cameron Clark, miglior marcatore dei francesi con 11.2 punti di media e già visto in Italia, a Cremona, nella stagione 2014-2015. Altri potenziali pericoli per Avellino potrebbero rivelarsi Richard Hendrix, centro americano naturalizzato macedone passato anche dall’Olimpia Milano (appena 11 presenza nel campionato 2012-2013 prima di finire fuori rosa), e il playmaker statunitense Michael Thompson. Attenzione poi al francese Valentin Bigote, che viaggia ad una media di 9.4 punti a partita, e ad un’altra vecchia conoscenza del basket italiano, Demetrius Conger, che ha giocato a Lucca in A2 la stagione 2013-2014.

Partita molto insidiosa per la Virtus Bologna, reduce dal successo su Cantù nell’ultima giornata di Seria A. La formazione guidata da Stefano Sacripanti viaggia a punteggio pieno in Europa, ma non ha ancora affrontato le dirette avversarie per il primo posto del girone D, ovvero Strasburgo e i greci del Promitheas Patras, entrambe seconde in classifica. La sfida con la squadra francese sarà un banco di prova importante per testare le reali possibilità di Pietro Aradori e compagni in questa competizione.

La formazione allenata dal francese Vincent Collet potrà contare su ottime percentuali al tiro da tre (40.7 % di media, quarta squadra del torneo) e su ben quattro giocatori in doppia cifra per media punti sino ad ora. Il primo è il camerunense Jeremy Nzeulie, miglior marcatore di Strasburgo con 14.8 a partita. Da tenere sotto stretto controllo anche i due nazionali francesi Nicolas Lang (13.4) e Ali Traorè (12.6), quest’ultimo passato in Italia alla Virtus Roma nella stagione 2010-2011. Il quarto giocatore a cui prestare grande attenzione sarà il playmaker statunitense Mike Green, tre stagioni nel campionato italiano (a Cantù nel 2010-2011, a Varese nel 2012-2013 e a Venezia nel 2015-2016) e 12.6 punti di media con anche 3.8 assist nelle prime cinque partite.





roberto.pozzi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

 

 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top