Speed skating, Nicola Tumolero: “Non so se tornerò in gara quest’anno, devo recuperare completamente dall’infortunio”


ESCLUSIVA OA SPORT – Lo avevamo lasciato con un bronzo olimpico conquistato nei 10000 metri dello speed skating a PyeongChang 2018, in maniera del tutto inaspettata, e con il tendine tibiale della gamba destra rotto dopo uno sfortunato contatto con il compagno di squadra Riccardo Bugari, al termine della prova ad inseguimento a squadre. Un infortunio che a distanza di mesi ancora sta facendo tribolare Nicola Tumolero. Il campione europeo dei 5000 metri, infatti, è alle prese con il recupero, come ha precisato in un’intervista concessa ad OA Sport.

Nicola, quali sono le tue condizioni attuali e in che modo stai programmando l’annata agonistica che sta per arrivare?

Sto recuperando secondo i tempi previsti. Per quanto riguarda la stagione a venire non so ancora, devo valutare in base a come risponderà il mio fisico. Non voglio affrettare le cose quindi la priorità per me è guarire dall’infortunio il meglio possibile al fine di non avere ricadute in futuro“.

Dunque dovremo aspettare ancora prima di rivederti all’opera. In prospettiva, la tua distanza preferita saranno sempre i 5000 metri oppure la medaglia di bronzo vinta ai Giochi Olimpici Invernali nei 10000 cambierà i tuoi obiettivi futuri?

“Assolutamente no. I 5000 metri sono la specialità dove riesco ad esprimere al meglio le mie qualità per cui l’essere arrivato terzo alle Olimpiadi non ha cambiato quelle che sono le mie attitudini. Di conseguenza, la preparazione futura sarà la stessa“.

In che cosa senti di dover migliorare per avvicinarti ulteriormente al vertice?

C’è ancora tanto da fare. Gli avversari sono molto preparati e nulla va lasciato al caso. Penso che i miglioramenti debbano riguardare sia la tecnica che la mentalità. Dovremo lavorare su aspetti tecnici in curva e anche rettilineo per sviluppare una maggiore velocità e nello stesso tempo debbo cercare di mantenere la calma nei momenti difficili. Su quest’ultimo aspetto, quanto avvenuto ai Giochi mi è stato particolarmente utile e ne farò tesoro quando tornerò a gareggiare“.

Al momento Tumolero, però, rimarrà ai box e la selezione di Maurizio Marchetto dovrà fare a meno dell’uomo migliore, che più di altri era cresciuto nell’anno a Cinque Cerchi. Un recupero lento ma coscienzioso quello del 24enne di Roana che si spera sia definitivo in quanto la sua presenza nelle gare individuali e nel team pursuit è di capitale importanza per tutto il movimento. Non sarà facile fronteggiare super potenze come Olanda, Canada, Norvegia e Stati Uniti. Il 16 novembre a Obihiro, in Giappone, si comincerà a fare sul serio, nella prima tappa di Coppa del Mondo, e l’azzurro non ci sarà. Lo rivedremo nel 2019? Probabile ma il non dare un termine preciso al proprio rientro fa pensare che il lavoro da fare sia ancora assai gravoso.





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI SPEED SKATING 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo facebook Nicola Tumolero

Lascia un commento

scroll to top