Volley, Mondiali 2018: Italia-Belgio 3-0, un successo cruciale verso la Final Six. I possibili avversari degli azzurri nella seconda fase: gli scenari

ivan-zaytsev-italia-volley-schiacciata.png

L’Italia era scesa in campo convinta e sapeva di avere le carte in regola per sconfiggere il Belgio ai Mondiali 2018 di volley maschile anche se in pochi si aspettavano un dominio del genere: il 3-0 rifilato ai Red Dragons in appena 90 minuti è andato ben oltre le attese della vigilia e ha dimostrato lo strapotere della nostra Nazionale che ha incantato i 7500 spettatori del Mandela Forum di Firenze e tutti gli appassionati davanti al televisore. Quella conquistata da Ivan Zaytsev e compagni è una vittoria fondamentale per il prosieguo del nostro cammino nella rassegna iridata: bisogna infatti ricordare che tutti i risultati ottenuti nel capoluogo toscano (ma anche il 3-0 contro il Giappone a Roma) verranno portati nella seconda fase.

La seconda fase prevede la partecipazione di 16 Nazionali divise in quattro gironi da quattro formazioni ciascuno che partiranno dalla situazione di classifica con cui hanno concluso la prima fase. Viene da sé che è fondamentale portarsi dietro il maggior numero possibile di successi (e di punti) se si vuole ambire seriamente al titolo: ad accedere infatti alla terza fase saranno soltanto le vincitrici dei quattro gironi e le due migliori seconde classificate, dunque il margine di errore è davvero molto ridotto.

L’Italia giocherà la seconda fase a Milano (il pericolo di un clamoroso trasferimento in Bulgaria è ormai scongiurato) ma è chiaro che accedervi con 5 vittorie (quindi battendo anche Argentina, Repubblica Dominicana e Slovenia) avrebbe un peso cruciale e ci permetterebbe di puntare con grande convinzione alla Final Six. Quali possono essere gli avversari dell’Italia nella seconda fase? Analizziamo le varie ipotesi.

 

PRIMO POSTO – In questo caso ce la dovremo vedere contro la seconda della Pool B (sulla carta la Francia dopo la sconfitta subita ieri contro il Brasile, salvo clamorose imprese del Canada), la terza della Pool C (verosimilmente la peggiore tra USA, Russia e Serbia a meno che l’Australia non si inventi una magia), la quarta della Pool D (potrebbe essere decisiva Finlandia-Cuba che si giocherà oggi pomeriggio, sulla carta la vincitrice dovrebbe arrivare alle spalle di Polonia, Iran e Bulgaria).

SECONDO/TERZO POSTO – Dovesse verificarsi questa ipotesi allora significherebbe che sicuramente avremmo perso contro o Slovenia o Argentina (o entrambe…) e dunque la nostra strada sarebbe tutta in salita. Affronteremmo la prima della Pool B (dunque quasi certamente il Brasile), la seconda o la terza del nostro girone di provenienza (quindi un re-match) e la quarta della Pool C (l’Australia a meno che non faccia miracoli contro le tre corazzate presenti a Bari).

 





Foto: FIVB

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top