F1, i precedenti della Ferrari nel GP di Russia. Rossa ancora a secco di successi a Sochi

Raikkonen-2018-Monza-01_@FOTOCATTAGNI.jpg

Il Mondiale di Formula Uno si sposta a Sochi per la quinta edizione del Gran Premio di Russia, che si disputerà da venerdì 28 a domenica 30 settembre. Il tracciato si sviluppa nei pressi del villaggio olimpico di Sochi, costruito in occasione dei Giochi Olimpici Invernali del 2014. La giovane storia del GP di Russia, valevole per il Mondiale di F1, comincia proprio nel 2014 con la prima edizione disputata ad ottobre. Dal 2014 è cominciata l’era turbo in F1, caratterizzata dal dominio Mercedes, capace di aggiudicarsi gli ultimi quattro mondiali piloti e costruttori. La scuderia di Maranello ha collezionato in tutto una pole position e quattro piazzamenti sul podio in quattro edizioni disputate.

La Ferrari dunque non è mai stata la vettura da battere in Russia, anche se l’anno scorso è riuscita ad ottenere una storica prima fila con Vettel in pole e Raikkonen in seconda piazza. In gara però le Rosse sono state bruciate al via dalla Mercedes di Valtteri Bottas, che poi è riuscito a resistere agli attacchi di Vettel (2°) e Raikkonen (3°) fino alla bandiera a scacchi. Il doppio podio del 2017 è indubbiamente il miglior risultato ottenuto dalla scuderia di Maranello a Sochi, anche se nei due anni precedenti è sempre riuscita a piazzare un pilota nei primi tre posti. Nel 2016 è stato Raikkonen a salire sul terzo gradino del podio alle spalle delle due Mercedes di Rosberg e Hamilton, salvando parzialmente una giornata negativa per la Rossa, caratterizzata dal ritiro di Vettel a causa del doppio tamponamento da parte della Red Bull del russo Kvyat in partenza (episodio che provocò il suo declassamento in Toro Rosso in favore di Verstappen).

Nell’edizione precedente (2015) andò a vincere Hamilton, approfittando del ritiro di Rosberg per problemi tecnici, con Sebastian Vettel che portò la sua Ferrari in seconda piazza all’arrivo. Raikkonen fu protagonista di una grande rimonta negli ultimi giri, ma proprio nel corso dell’ultima tornata danneggiò la macchina nel disperato tentativo di sorpasso per la terza piazza occupata da Bottas (Williams), classificandosi infine ottavo. Nella prima edizione del 2014 il dominio delle Frecce d’Argento fu imbarazzante per tutti gli altri, inclusa una Ferrari che piazzò Alonso in sesta e Raikkonen in nona posizione, lontana anni luce dal podio.





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

erik.ncolaysen@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

scroll to top