Calcio, Giudice Sportivo Serie A: quattro giornate a Douglas Costa, Giampiero Gasperini squalificato per bestemmia

shutterstock_1100201048.jpg

Sono arrivate le decisioni del Giudice Sportivo della Serie A di calcio, dopo la quarta giornata del massimo campionato italiano: c’era grande attesa per il caso Douglas Costa, non solo per lo sputo nei confronti di Federico Di Francesco, ma anche per la segnalazione della Procura Federale per un gomito alto nei confronti dello stesso.

Sono quattro le giornate di squalifica rimediate da Douglas Costa, calciatore della Juventus,per avere, al 48° del secondo tempo, a giuoco fermo, attinto in viso con uno sputo un calciatore avversario; infrazione rilevata dal VAR“, Nessun provvedimento invece per il gomito alto del bianconero, poiché “il gesto, seppur oggettivamente antisportivo, non sembra assumere con sufficiente grado di certezza i connotati della condotta violenta“.

Altra decisione che farà discutere è quella presa, su segnalazione della Procura Federale, nei confronti di Giampiero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, squalificato per una giornata perché “dopo la segnatura di un gol da parte della squadra avversaria, rivolgendosi in maniera concitata verso i componenti della propria panchina, veniva, tuttavia, chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva espressione blasfema, individuabile dal labiale senza margini di ragionevole dubbio“.

Altro provvedimento pesante preso dal dottor Gerardo Mastrandrea è quello nei confronti di Pulgar, centrocampista del Bologna, espulso nel finale di gara e squalificato per tre giornate “per avere, al 52° del secondo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito con violenza un calciatore avversario ad una gamba“.

Arrivano anche le prime, lievi, sanzioni per la questione riguardante la fascia da capitano: la prima a pagare è la Roma, punita due volte, per un totale di duemila euro, poiché la “fascia da capitano non regolamentare, difforme da quella prescritta dalla Lega Serie A” è stata indossata prima da Alessandro Florenzi e poi da Daniele De Rossi.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: cristiano barni / Shutterstock.com

roberto.santangelo@oasport.it

 

Lascia un commento

scroll to top