Tuffi, Europei 2018: dalla piattaforma sincro maschile vince la Russia di Minibaev e Bondar. Bronzo all’Armenia!


Il programma degli Europei di tuffi ha visto nel primo pomeriggio la finale della piattaforma sincro maschile da 10 metri: l’Italia si è ritirata a causa dell’infortunio di Mattia Placidi, e così nella lotta per il titolo si sono cimentate soltanto cinque coppie. Per il podio si sono infatti sfidate Bielorussia, Russia, Gran Bretagna, Germania ed Armenia.

Dopo i tuffi obbligatori Russia, Gran Bretagna e Bielorussia scavano un piccolo solco riuscendo a scavalcare quota 100 punti, mentre Germania ed Armenia appaiono già staccate. Come sempre però è nelle quattro serie di liberi che si decide la gara e così la Russia di Aleksandr Bondar e Viktor Minibaev allunga, ampliando il gap sulla Gran Bretagna di Matthew Dixon e Noah Williams. Alle loro spalle è da applausi la performance dell’Armenia di Vladimir Harutyunyan e Lev Sargsyan, che, complici coefficienti alti, recuperano il ritardo accumulato nei liberi riportandosi in corsa per il terzo gradino dl podio.

La quarta rotazione è quella decisiva per l’oro, con la Russia che saluta definitivamente la Germania, mentre il bronzo si decide nella quinta serie: la Bielorussia di Artsiom Barouski e Vadim Kaptur sbaglia, la Germania di Timo Barthel e Florian Fandler è già lontana e così l’Armenia si issa sul terzo gradino del podio. L’ultimo tuffo serve per la consacrazione: i russi chiudono a quota 423.12, la Gran Bretagna segue a quota 399.90 e l’Armenia sfiora il colpaccio attestandosi a 396.84. Staccatissime Germania, quarta con 360.66, e Bielorussia, quinta a quota 354.15.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook World Series Dubai Deepbluemedia

roberto.santangelo@oasport.it

Lascia un commento

scroll to top