Europei Nuoto di fondo 2018: Matteo Furlan medaglia di bronzo nella 25 km! Oro a Rasovszky davanti a Belyaev


Arriva un’altra medaglia per l’Italia dal nuoto in acque libere agli Europei di Glasgow 2018 (anzi, del Loch Lomond, per voler essere pignoli). La conquista Matteo Furlan nella 25 km, in cui il friulano ha raccolto il terzo posto alle spalle dell’ungherese Kristof Rasovszky, il vero personaggio al maschile di questi Europei, e del russo Kirill Belyaev. Quinto posto per Simone Ruffini, mentre è molto più lontano Alessio Occhipinti, 16° dopo aver comunque svolto un utile lavoro nella fase iniziale della gara.

Nelle prime fasi, escono di scena due nomi importanti, il campione d’Europa della 10 km Weertman e il tedesco Wellbrock, col secondo che si ritira dopo aver imposto un ritmo piuttosto elevato. Una buona parte della gara la fanno Rasovszky e Reymond, con qualche incursione di Alessio Occhipinti, comunque spesso in controllo al pari di Ruffini e Furlan. Dopo parecchi chilometri e un certo numero di cambiamenti di leader, è all’ultimo giro che la coppia ungaro-francese prova a dare alla gara lo strappo decisivo, con Reymond che fa la maggior parte del lavoro. Al forcing resistono in soli sei, tra cui Ruffini e Furlan, con quest’ultimo che sceglie, tra le traiettorie di Reymond e Rasovszky, quella dell’ungherese e ha ragione, anche se l’ungherese prende alcuni metri di vantaggio sul francese, sull’italiano e sul russo Belyaev all’avvicinarsi delle cinque ore di gara. Nel finale, Rasovszky rischia però di fare la stessa fine della 10 km, perdendo vistosamente terreno nei confronti di Belyaev e Furlan. Stavolta, però, l’ungherese resiste, tocca la piastra per primo e doppia dunque l’oro della 5 km, precedendo il russo e l’azzurro, che si conferma sul podio europeo dopo l’argento di Hoorn 2016.





CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Rai Radio 1

Lascia un commento

scroll to top