Ciclismo su pista, il Velodromo di Montichiari sarà ristrutturato! Pronto per ottobre 2019, finanziamenti di Coni e Regione

DjmDKtUXcAEH2QR.jpg

Finalmente una buona notizia per il ciclismo su pista italiano, un movimento in grande ascesa come testimoniano i grandi successi ottenuti ai recenti Europei. Il Velodromo di Montichiari, infatti, verrà restaurato dopo che qualche settimana fa era stato dichiarato inagibile tanta che la Nazionale Italiana si era dovuta allenare al Vigorelli (all’aperto) per preparare la rassegna continentale. La struttura in provincia di Brescia è l’unica al coperto (per il momento) su tutto il territorio nazionale ed è davvero fondamentale per la preparazione degli azzurri, soprattutto a due anni dalle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Come riporta inbici.net, si procederà con i lavori di ristrutturazione che dovrebbero terminate entro il mese di ottobre 2019 cioè a nove mesi di distanza dai Giochi a cinque cerchi. L’intervento sarà reso disponibile grazie ai soldi stanziati dal Coni (1,8 milioni di euro), da Regione Lombardia (1,5 milioni di euro) e dal Comune di Montichiari come d’accordo raggiunto durante la riunione tecnica dello scorso 13 agosto.

 





Foto: Twitter Ciclismo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

3 Replies to “Ciclismo su pista, il Velodromo di Montichiari sarà ristrutturato! Pronto per ottobre 2019, finanziamenti di Coni e Regione”

  1. Gabriele Dente ha detto:

    Ma no, vedrai che questa squadra, nonostante le difficoltà, a Tokyo sarà competitiva in 4-5 specialità (i due quartetti dell’inseguimento, le due prove dell’omnium e forse le madison). In fondo si tratta di arrangiarsi per il periodo che va da ottobre-novembre di quest’anno fino a marzo-aprile del prossimo. A patto di non sforare la consegna prevista, come purtroppo siamo abituati a vedere in Italia. Certo fino al 2020 sarà difficile allargare la base ma dopo, anche con la presenza del nuovo velodromo di Spresiano, sono convinto che il futuro della pista azzurra sarà roseo.

    1. ghost ha detto:

      speriamo.
      soprattutto speriamo che i 2 velodromi, una volta pronti, abbiano lunga vita e non presentino problemi come questo di Montichiari (che su una struttura seminuova è davvero scandaloso).
      sui quartetti per Tokyo ho volutamente esagerato per sottolineare come ancora una volta siamo capaci di tirarci la zappa sui piedi da soli (anche se comunque credo che con GBR e AUS quella sia una specialità in cui si gareggia per il bronzo già in partenza).

  2. ghost ha detto:

    buona notizia, insomma.
    un anno intero, tutto il percorso di qualificazione ai Giochi senza lo straccio di una pista.
    diciamo che per Parigi 2024 potremmo avere una squadra al top, perchè così per Tokyo è già tanto se ci saremo.

Lascia un commento

scroll to top