Squash: l’Egitto trionfa su tutti i fronti ai Mondiali junior 2018

La città indiana di Chennai ha ospitato dal 18 al 29 luglio i Campionati Mondiali junior di squash 2018, competizione che ha visto la partecipazione di 171 giocatori provenienti da ventotto Paesi, anche se tra questi mancava l’Italia.

A dominare i dibattiti, come nelle ultime edizioni della rassegna iridata giovanile, è stata la nazionale egiziana, che ha conquistato tutte le tre medaglie d’oro in palio. Nel torneo individuale maschile, il grande favorito era Marwan Tarek, già vincitore del titolo lo scorso anno nella neozelandese Tauranga: il nordafricano ha effettivamente raggiunto la finale, prima di imbattersi nel connazionale Mostafa Asal, che si è imposto in appena tre set, con i parziali di 11-7, 13-11, 11-4. Il podio, tutto egiziano, è stato completato dalle due medaglie di bronzo dei semifinalisti Omar El TorkeyMostafa El Serty.

Stesso scenario dello scorso anno, invece, nella finale femminile, dove Rowan Elaraby, che proprio in questi giorni ha compiuto diciotto anni, ha superato la connazionale Hania El Hammamy, confermandosi dopo la vittoria della precedente edizione. Rispetto alla finale svoltasi in Nuova Zelanda, questa volta El Hammamy è riuscita a strappare un set, prolungando l’incontro ad oltre un’ora di durata, prima di cedere comunque per 3-1 (11-4, 11-9, 10-12, 11-9). Medaglie di bronzo a Jana Shiha ed all’inglese Lucy Turmel, unica medagliata non egiziana dei tornei individuali.

A concludere la rassegna di Chennai è stata la competizione a squadre maschile (quest’anno, infatti, non si è svolta l’equivalente prove femminile, prevista negli anni dispari). Grazie ai successi di Marwan Tarek ed Omar El Torkey, rispettivamente su Nick Wall e Sam Todd, l’Egitto è andato a prendersi il suo sesto titolo di categoria ai danni dell’Inghilterra, mentre Stati Uniti e Repubblica Ceca hanno ottenuto il bronzo. Non sale neppure sul podio, invece, il Pakistan campione in carica, che due anni fa aveva battuto l’Egitto nell’edizione polacca di Bielsko-Biała, ma che questa volta si è classificato solo ottavo.

giulio.chinappi@oasport.it





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: PSA World Tour

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Marwan Tarek Rowan Elaraby Squash

ultimo aggiornamento: 31-07-2018


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Boxe, l’elenco dei 13 convocati dell’Italia per il Training Camp ad Assisi

Tiro a volo, Europei Leobersdorf 2018: l’Italia farà la voce grossa nelle specialità olimpiche?