Ricorso Tas Milan: a che ora la sentenza? Europa League a rischio: tutti gli scenari


Giornata decisiva per il futuro economico e sportivo del Milan. Oggi è in programma l’udienza al TAS di Losanna cui la società rossonera ha presentato ricorso dopo la sentenza con cui l’UEFA ha sancito l’esclusione della squadra dalla prossima Europa League, per il mancato rispetto dei parametri imposti dal fair play finanziario. Sarà una giornata lunga, cominciata già stamattina verso le 9.30 e destinata a terminare nel tardo pomeriggio, probabilmente dopo le 18, quando i tre giudici (un arbitro indipendente e due nominati dalle due parti) si pronunceranno dopo aver ascoltato le parti in causa.

Il Milan chiede la riammissione all’Europa League, guadagnata sul campo e tolta dall’UEFA dopo aver constatato l’incapacità di Li Yonghong di ripianare il debito e fornire le garanzie necessarie, rifiutando in tal modo il Settlement Agreement proposto dalla proprietà rossonera. Ora, però, lo scenario è profondamente cambiato, perché all’ormai ex proprietario cinese è subentrato il fondo Elliott, rappresentato da Frank Tuil, presente a Losanna insieme all’ad Marco Fassone e ai legali della società. La tesi difensiva del Milan si basa proprio su questo, sulle maggiori garanzie offerte dalla nuova proprietà, e, non ultimo, sulla presunta disparità di giudizio con altri club (PSG, Inter, Manchester City).

La decisione del TAS arriverà, come detto, in giornata. Le alternative sono due: respingere l’appello del Milan, quindi confermarne l’esclusione dalle coppe europee (per poi iniziare un nuovo Voluntary e Settlement Agreement per il nuovo triennio), oppure accoglierlo e a quel punto la decisione finale spetterebbe all’UEFA, che potrebbe riammettere il Milan all’Europa League ma stabilendo un nuovo Settlement Agreement, ovvero imponendo sanzioni economiche e limiti sulla registrazione dei giocatori da utilizzare in coppa. In entrambi c’è una certa urgenza, perché il 26 luglio è in programma il secondo turno preliminare al quale dovrebbe partecipare l’Atalanta, che, in caso di esclusione del Milan, lascerebbe il posto alla Fiorentina prendendo quello dei rossoneri direttamente alla fase a gironi.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Paolo Bona / Shutterstock.com

Lascia un commento

scroll to top