Show Player

Giro di Svizzera 2018: Sonny Colbrelli un fulmine a Gansingen! Battuti in volata Sagan e Gaviria


Il vincitore di oggi Colbrelli


La terza tappa del Giro di Svizzera 2018, partita da Oberstammheim e terminata a Gansingen dopo 182 km, presentava un finale piuttosto mosso: un circuito di 30 km da ripetere per due volte con due GPM compresi al suo interno. Un arrivo aperto a molte possibili soluzioni, anche a causa di una giornata all’insegna del brutto tempo, ha incuriosito i tre fuggitivi di giornata, Fabien Grillier (FRA/ Direct Energie), Calvin Watson (AUS/ Aqua Blue Sport) e Filippo Zaccanti (ITA/ Nippo Vini Fantini), con vantaggio massimo di 5’12”. Il giovane italiano, classe 1995, al primo anno da professionista, ha incrementato il suo bottino nella classifica degli scalatori, dove già dalla mattina indossava le insegne di leader . A 35 km dall’arrivo i fuggitivi sono rimasti solo in due, Zaccanti e Grellier, che hanno staccato il loro compagno durante una delle tante volate per i GPM. Da dietro, durante la medesima salita era partito anche Christopher Juul Jensen (DEN/ Mitchelton Scott), che sul secondo dei tre passaggi sulla linea del traguardo, raggiungeva i battistrada.

Sotto il grande lavoro della Bmc i fuggitivi sono stati raggiunti a 9 km dall’arrivo proprio prima di affrontare l’ultima scalata di giornata. Sulle prime rampe dell’ascesa ha allungato in testa al gruppo José Isidro Goncalves (POR/ Katusha) ripreso sotto il lavoro dell’Astana. Ai -6 dal traguardo Peter Sagan (SVK/ Bora-hansgohe) ha tentato un buon allungo su cui hanno chiuso in maniera agevole tutti gli uomini di classifica, ma non è stato lo stesso per alcuni velocisti come Alexander Kristoff (NOR/ UAE Team Emirates) e Arnaud Démare (FRA/ FDJ). Sulla successiva discesa nessuno ha tentato scatti e il gruppo si è preparato agli ultimi 2000 metri. Qui Athur Vichot (FRA/ FDJ) ha provato ad anticipare la volata ma è stato ripreso a 350 metri dalla fine sotto il lavoro di Daniel Oss (ITA/ Bora-hansgohe) teso a spianare la strada a Peter Sagan, proprio in contropiede è partita la grande progressione di Sonny Colbrelli (ITA/  Bahrain Merida), che, con uno sprint davvero lunghissimo, in un testa a testa fantastico con Fernando Gaviria (COL/ Quick-Step), è riuscito ad avere la meglio, portandosi a casa la ventottesima vittoria personale. Chiude la top 3 Peter Sagan, che, dopo uno scatto nell’ultima salita, ha avuto due momenti di chiara indecisione nella volata. Completano la top 10 della giornata odierna: Michael Albasini (SUI/ Mitchelton Scott), Magnus Cort Nielsen (DEN/ Astana), Michael Matthews (AUS/ Sunweb), Enrico Battaglin (ITA/ LottoNL-Jumbo), Jasper Stuyven (BEL/ Quick-Step), Diego Ulissi (ITA/ UAE) e Sep Vanmarcke (BEL/ Educaton First). Rimane in giallo/verde Stefan Kung (SUI/ Bmc) che tiene senza problemi la testa della classifica.

I corridori dovranno recuperare velocemente, soprattutto dal freddo preso nella giornata odierna, perché da domani gli uomini di classifica dovranno farsi trovare prontissimi. La Gansingen – Gstaad, 190 km, presenta infatti un dislivello totale superiore ai 2000 metri. Anche se i GPM sono solo due, l’ultimo, di seconda categoria, è posizionato a 9 km da traguardo, tutti caratterizzati da strada in discesa.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...
Loading...
Loading...

Lascia un commento

scroll to top