Real Madrid-Liverpool, Finale Champions League 2018: i Blancos a caccia di record, i Reds cercano l’impresa

Sabato 26 maggio, ore 20.45 a Kiev. Sono queste le informazioni da tenere a mente per la Finale di Champions League 2018 tra Real Madrid e Liverpool. Una grande classica del calcio europeo, quella che vedrà sfidarsi i Reds ed i Blancos. Sul rettangolo di gioco dello Stadio Olimpico di Kiev si esibiranno ben 17 Coppe dei Campioni (12 vinte dalle Merengues e 5 dal Liverpool) con la compagine di Zinedine Zidane a caccia del tredicesimo sigillo, il terzo di fila. Da par suo la formazione allenata da Jurgen Klopp torna ad essere protagonista di un atto conclusivo così importante a distanza di 11 anni, quando ad Atene la squadra di Rafa Benitez fu sconfitta 2-1 dal Milan, grazie ad una doppietta di Pippo Inzaghi, che così vendicò l’amarissimo ko di Istanbul di 2 anni prima (sconfitta ai calci di rigore, dopo il 3-3 dei tempi regolamentari).

IL PERCORSO – Il Real Madrid è stato inserito nel gruppo H con Borussia Dortmund, Tottenham e APOEL. Con tredici punti, frutto di quattro vittorie, un pari e una sconfitta, le Merengues si sono qualificate agli ottavi classificandosi secondi nel girone. Negli ottavi hanno incontrato i francesi del Paris Saint-Germain, battuti sia all’andata in casa che al ritorno in trasferta per un risultato complessivo di 5-2.  Nei quarti la super sfida contro la Juventus, in una rievocazione della finale dello scorso anno. L’andata a Torino si è conclusa con la vittoria dei Blancos per 3-0 grazie anche ad un grande gol in rovesciata di Cristiano Ronaldo mentre il ritorno a Madrid ha visto a vittoria ininfluente dei bianconeri per 3-1, tra le polemiche. A salvare i padroni di casa, sullo 0-3, è stato un calcio di rigore segnato da Ronaldo in pieno recupero. In semifinale nuovo confronto con il Bayern Monaco che, dopo aver perso all’Allianz Arena per 2-1, ha pareggiato 2-2 la gara di ritorno al Bernabéu: doppietta di Benzema, il cui secondo goal ad inizio ripresa è stato favorito da un clamoroso errore di Ulreich, il portiere dei bavaresi. Il Liverpool di  Klopp ha iniziato la rincorsa al titolo dai playoff dove ha superato l’Hoffenheim 2-1 in trasferta e 4-2 al ritorno. I Reds sono tornati a giocare la Champions dopo tre anni, inseriti nel gruppo E insieme a Siviglia, Spartak Mosca e Maribor. Con dodici punti, frutto di tre vittorie e tre pareggi, il Liverpool ha centrato il primo posto del girone. Agli ottavi di finale, gli inglesi si sono liberati facilmente dei lusitani del Porto: vittoria in trasferta con un sonoro 5-0 e 0-0 ad Anfield. Ai quarti, il derby con il Manchester City, dominatore della Premier League, vedeva gli uomini di Guardiola favoriti. Ad aggiudicarsi il confronto, invece, sono stati i ragazzi di Klopp, estromettendo i Citizens dalla Champions, con un risultato complessivo di 5-1 (3-0 e 2-1, anche se non sono mancate le proteste per due reti annullate al Manchester). In semifinale, poi, il match contro la Roma, capace di eliminare ai quarti il Barcellona,  rimontando il 4-1 subito al Camp Nou. La vittoria 5-2 di Anfield ha reso vana la rimonta giallorossa all’Olimpico (4-2), al termine di una partita altamente spettacolare.

I PRECEDENTI – Sono 5 le sfide continentali tra queste due squadre con i Reds in vantaggio 3-2. L’ultima in ordine di tempo risale alla stagione 2014/2015, quando gli spagnoli superarono gli inglesi nel proprio girone due volte: 3-0 ad Anfield (Ronaldo e doppietta di Benzema) e 1-0 in casa con un altro gol del francese. Vittoria del Liverpool, invece, nell’unico incrocio in finale, nel 1981 al Parco dei Principi di Parigi, dove la squadra di Bob Paisley superò il Real allenato da Vujadin Boškov grazie ad una rete di Alan Kennedy a 9′ dal termine.

RONALDO VS SALAH – Inutile negarlo, questa sarà la partita che metterà di fronte Cristiano Ronaldo e Momo Salah. Il portoghese vuole aggiornare i propri record. L’asso lusitano va a caccia della quinta Champions League personale, ed intende essere l’unico calciatore ad andare a segno in quattro finali diverse. Per Cr7, 15 gol stagionali nella massima rassegna continentale e 120 in totale nella propria carriera in Champions. Numeri strepitosi che potrebbero essere ulteriormente aggiornati. Dall’altra parte Salah vuol suggellare la sua stagione fantastica con un match da protagonista: 32 gol in 36 partite in Premier League, campionato inglese chiuso con il titolo di capocannoniere, a cui bisogna aggiungere le 10 marcature europee. Un contributo realizzativo incredibile favorito dalla impostazione tattica voluta da Klopp, volta ad esaltare i giocatori offensivi. Non è un caso che il Liverpool, con le sue 40 realizzazioni, sia la squadra più prolifica di questa edizione del torneo continentale, tenendo conto anche delle 10 reti di Roberto Firmino e delle 9 di Mané.

PROBABILI FORMAZIONI – Zidane arriva all’appuntamento con tutti i calciatori a disposizione, compreso Carvajal che aveva saltato il ritorno contro il Bayern ed alcune partite di campionato. Pertanto, il tecnico francese proporrà il suo 4-3-1-2: Navas tra i pali; linea a quattro in difesa composta dal citato esterno spagnolo, Varane, Ramos e Marcelo; a centrocampo il solito trio formato da Modric, Casemiro e Kroos, nel ruolo di trequartista dovrebbe agire Isco, alle spalle di Ronaldo e di uno tra Benzema e Bale. L’attaccante transalpino è reduce dalla doppietta nel ritorno contro i bavaresi ma il gallese è andato a segno 5 volte nelle ultime quattro partite della Liga. Vedremo quale sarà la scelta di Zizou. Qualche defezione in più per Klopp che dovrà rinunciare a Joel Matip, Joe Gomez e Oxlade-Chamberlain mentre da registrare i recuperi di Lallana, Milner e Can. Solito 4-3-3 per il tecnico tedesco: Karius tra i pali, poker difensivo formato da Alexander-Arnold, Lovren, van Dijk e Robertson; nella zona nevralgica del campo ci saranno Wijnaldum, Henderson e il rientrante Milner; in avanti lo strepitoso tridente Salah-Firmino-Mané da 86 gol in stagione.

 





 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Cristiano Barni / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Finale Champions League 2018 calcio Real Madrid-Liverpool

ultimo aggiornamento: 25-05-2018


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley femminile, Davide Mazzanti: “La mia Italia con il cambio palla creativo: vi spiego cos’è la novità”

LIVE Volley Italia-Germania, Nations League 2018 in DIRETTA: 3-1. Grande vittoria degli azzurri (25-18, 25-19, 23-25, 25-20)