MotoGP, Andrea Dovizioso rifiuta l’offerta di rinnovo della Ducati. Il manager: “Chiediamo ciò che è giusto”

DOVIZIOSO-C_@FOTOCATTAGNI.jpg

Il contratto di Andrea Dovizioso con la Ducati scadrà al termine del 2018: attualmente le due parti sono molto lontane da un’ipotesi di rinnovo.

Secondo quanto riporta motorsport.com, il forlivese ha rifiutato la prima proposta da parte della scuderia di Borgo Panigale avvenuta ad Austin in occasione del recente GP delle Americhe. Il manager Simone Battistella ha rivelato che un accordo, in questo momento, è davvero molto lontano.

La questione è meramente economica. Dovizioso, tra i piloti al vertice della MotoGP, è quello che guadagna (di gran lunga) meno, circa 3 milioni di euro l’anno. Il romagnolo percepisce un compenso di quattro volte inferiore a quello del compagno di squadra Jorge Lorenzo, ingaggiato nel 2017 dalla Ducati ed uscito sempre sonoramente sconfitto nei confronti diretti con il centauro italiano. Non solo Dovizioso si è rivelato superiore a Lorenzo, ma lo scorso anno è riuscito a contendere il Mondiale al fenomeno Marc Marquez addirittura fino all’ultima gara.

Pare che l’offerta della Ducati sia rimasta piuttosto distante dai 12 milioni percepiti dal maiorchino. Dovizioso non l’ha presa di certo bene, come traspare dalle parole di Battistella: “Il pilota non chiede niente di straordinario, niente di impossibile, ma solo ciò che merita in relazione al grande lavoro che sta facendo“.

La Ducati può permettersi di perdere Andrea Dovizioso? La trattativa, in ogni caso, è destinata a proseguire anche nelle prossime settimane.





FOTOCATTAGNI


Lascia un commento

scroll to top