Superbike, Round Thailandia 2018: trionfo di Chaz Davies in gara-2. Melandri settimo, perde la vetta della classifica iridata


La Ducati di Chaz Davies centra il primo successo in Thailandia della Casa di Borgo Panigale. Gara-2 della seconda prova del Mondiale 2018 di Superbike sorride al gallese che ha preceduto il duo Yamaha composto da Michael Van der Mark ed Alex Lowes. In quarta piazza Johnny Rea che, approfittando del settimo posto di Marco Melandri (Ducati), conquista la vetta della classifica mondiale in sella alla Kawasaki. Ritiro per l’altra verdona di Tom Sykes.

Grande bagarre al via con le due Yamaha a condurre le danze: Van der Mark precede Lowes e la Ducati di Melandri (terzo) davanti a Rea ed alla Honda di Camier. Più indietro Davies (8°) e Sykes (9°). Duello ai ferri corti tra i due alfieri di Iwata, Lowes prende il comando delle operazioni e Rea, approfittando di una stoccata furibonda, scavalca la Rossa di “Macho“.

Fase molto concitata e Davies si fa largo, approfittando di un errore del campione del mondo in carica, stabilendo il giro più veloce nella terza tornata, portandosi in quarta piazza, mentre Melandri torna terzo e Johnny è quinto. Chaz mette in fila un altro primato nel giro successivo e Van der Mark ritrova la vetta. Assai instabile l’avantreno della Panigale di Melandri, costretto alla resa nei confronti della Kawasaki di Rea mentre Davies fa sua la seconda posizione, azzardando una frenata da straccio di licenza.

Secondo errore di Rea in staccata, ai -15 dalla fine: la verdona parte per la tangente e l’iridato è nuovamente alle spalle della Ducati n.33. Si forma una coppia di fuggitivi: Van der Mark e Davies danno spettacolo, allungando il punto di frenata sempre di più mentre alcuni problemi tecnici costringono Sykes al ritiro. Il n.7 della Rossa rompe gli indugi a 13 giri dalla fine andando a comandare la seconda run. Da segnalare la caduta rovinosa dell’irlandese Laverty (Aprilia), portato al centro medico per accertamenti.

Nel frattempo Rea fa fatica a recuperare e lo spagnolo Fores (Ducati) sale in quinta piazza, scalzando il n.1. Girano fortissimo i primi due: Davies e Van der Mark vanno a braccetto sull’1’33″7 mentre Melandri deve fare i conti con una Ducati che non vuol saperne di essere stabile ed il confronto con Johnny è da paura. Il centauro italiano deve alzare bandiera bianca mentre il suo compagno di squadra prova a guadagnare margine nei confronti della Yamaha nella lotta per il primato.

Macho in difficoltà: altro lungo in staccata, e posizione persa in favore della Honda di Camier (6°). Davies vola via, inanellando giri super veloci, a precedere la coppia Yamaha (Van der Mark/Lowes). Seconda manche che, sul finire, offre il confronto per la quarta posizione vinto da Rea, a danno di Fores prima del trionfo di Davies davanti ai due alfieri della Casa dei tre diapason ed al centauro della “Kawa”. 

ORDINE D’ARRIVO GARA-2 – ROUND THAILANDIA 201

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA SUPERBIKE

giandomenico.tiseo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

scroll to top