Speed skating, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: nei 1500 metri maschili doppietta olandese, vince Kjeld Nuis davanti a Patrick Roest. Andrea Giovannini è 27°

Alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 è stato assegnato oggi il titolo dei 1500 metri maschili nello speed skating: doppietta olandese, con Kjeld Nuis, che ha chiuso in 1’44″01 (sfiorato il record olimpico dello statunitense Derek Parra, datato 2002, di 1’43″95), davanti al connazionale Patrick Roest, staccato di 0″85. Terzo l’atleta di casa, il sudcoreano Kim Min Seok, con un ritardo di 0″92. Andrea Giovannini, unico italiano in gara, ha concluso al 27° posto, con un ritardo di 3″81.

Il nuovo campione olimpico ha preso parte soltanto a due tappe di Coppa del Mondo in stagione, chiudendo terzo a Calgary e settimo a Stavanger, mentre il vicecampione ha preso parte soltanto alla quinta tappa ad Erfurt, conclusa al 12° posto. Evidentemente la preparazione è stata perfettamente impostata prima per ottenere il pass olimpico nei trials nazionali e poi per giungere al massimo risultato nel grande appuntamento stagionale. Il coreano Kim invece ha preso parte alle prime quattro tappe di CdM, ma aveva come miglior risultato il quarto posto di Stavanger.

Deludono gli altri favoritissimi: il terzo olandese, Koen Verweij, forse il più accreditato tra i tulipani, è soltanto undicesimo, mentre sottotono anche gli statunitensi. Joey Mantia chiude ottavo, Shani Davis è solo 19°. Nono il norvegese Sverre Lunde Pedersen, mentre si stende il connazionale Allan Dahl Johansson. Così è quarto il lettone Harald Silovs, davanti al nipponico Takuro Oda ed al belga Bart Swings.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per  iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Profilo Facebook Andrea Giovannini

roberto.santangelo@oasport.it

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci di fondo, Federico Pellegrino non tradisce mai! Splendido argento del Cavaliere Azzurro nella sprint alle spalle di Klaebo!

Curling, Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018: il Canada domina la finale con la Svizzera e conquista il primo storico oro nel doppio misto