LIVE Salto con gli sci, Olimpiadi PyeongChang 2018 in DIRETTA: Norvegia d’oro per la prima volta!!! Germania argento, Polonia bronzo! Italia undicesima

Schermata-2017-01-06-alle-18.56.14.png

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della gara a squadre di salto con gli sci delle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. Sarà una sfida stellare sul trampolino HS142!

Saranno Germania, Polonia e Norvegia a giocarsi l’oro in questa gara. Sono queste, infatti, le tre nazioni che si sono spartite le medaglie nelle due gare individuali. I norvegesi non hanno vinto, ma sono comunque i favoriti per la gara a squadre, avendo piazzato ben quattro atleti tra i primi otto nella prova su Large Hill e tre nei primi sei in quella su Normal Hill. Ma i tedeschi e i polacchi possono contare rispettivamente su Andreas Wellinger e Kamil Stoch, oro nelle due prove individuali, e allora sarà grande battaglia. Slovenia, Austria e Giappone partono più indietro. Ci sarà anche l’Italia, il cui obiettivo più realistico è quello di entrare tra le prime otto: servirà una grande gara da parte di Alex Insam, Sebastian Colloredo, Davide Bresadola (in dubbio) e Federico Cecon.

La gara inizierà alle ore 13.30: noi seguiremo tutto in tempo reale senza farvi perdere nulla su tutto quanto accade all’Alpensia Ski Jumping. Buon divertimento con la nostra DIRETTA LIVE della gara a squadre del salto con gli sci a PyeongChang 2018!

La presentazione della gara

CLICCA QUI PER IL MINISITO SULLE OLIMPIADI INVERNALI DI PYEONGCHANG 2018

 





 

CLICCA IL TASTO F5 DA DESKTOP O FAI REFRESH SUI TUOI DISPOSITIVI MOBILE PER AGGIORNARE LA PAGINA

15.21: Buona serata a tutti gli appassionati di salto con gli sci

15.19: Questa la classifica finale della gara a squadre di PyeongChang:

1 8 12 NOR Norway 545.9 552.6 1098.5
2 7 11 GER Germany 543.9 531.8 1075.7
3 6 10 POL Poland 540.9 531.5 1072.4
4 5 9 AUT Austria 493.7 484.7 978.4
5 4 8 SLO Slovenia 492.4 475.4 967.8
6 3 7 JPN Japan 475.5 465.0 940.5
7 2 6 OAR Olympic Athlete from Russia 409.6 400.2 809.8
8 1 5 FIN Finland 397.5 392.9 790.4

15.18: Oro per la Norvegia di Tande, Stjernen, Forfang e Johansson, argento per la Germania di Geiger, Lahye, Freitag e Wellinger, bronzo per la Polonia di Kot, Hula, Kubacki e Stoch

15.15: Salto da oro per Johansson!!! 136 metri! La Norvegia chiude a quota 1.098.5 punti. Primo oro a squadre per la Norvegia!!!

15.13: Attenzione perchè Stoch non ha fatto un grande salto. Anche per lui 134.5 metri ma vento più favorevole. Argento Germania e bronzo Polonia a 1072.4 punti

15.12: Wellinger arriva a 134.5 metri. Non un salto perfetto. La Germania conclude a 1075.7 punti. Ora Stoch per l’argento

15.11: L’Austria sarà quarta perchè Hayboeck arriva a 136.5 punti e gli austriaci chiudono con 978.4 punti

15.10: Prevc tiene la Slovenia davanti al Giappone con un salto da 133.5 metri. Totale di 967.8 punti e primo posto provvisorio

15.09: Kobayashi piazza un salto da 130 metri e il Giappone chiude a 940.5 punti

15.08: Il russo Klimov arriva a 122 metri e la OAR resta avanti alla Finlandia con 809.8 punti

15.07: Aalto arriva a 118.5 metri. La Finlandia chiude a 790.4 punti

15.05: A un salto dal termine questa la classifica:

1 8 12 NOR Norway 545.9 415.0 960.9
2 6 10 POL Poland 540.9 397.1 938.0
3 7 11 GER Germany 543.9 393.5 937.4
4 5 9 AUT Austria 493.7 346.2 839.9
5 4 8 SLO Slovenia 492.4 344.3 836.7
6 3 7 JPN Japan 475.5 338.2 813.7
7 2 6 OAR Olympic Athlete from Russia 409.6 291.4 701.0
8 1 5 FIN Finland 397.5 288.9 686.4

15.04: Forfang non è il migliore della rotazione a 132 metri. La Norvegia perde un po’ di terreno ma ha sempre un buon vantaggio a 960.9

15.03: Freitag risponde da par suo: 134.5 metri con vento meno favorevole. Germania seconda con 937.4. se la giocheranno alla pari Stoch e Wellinger. Che spettacolo!

15.02: Bene Kubacki che tiene in piena corsa la Polonia con 135.5 metri. Polinia in testa con 938 punti

15.00: Schlierenzauer non va oltre i 122.5 metri e l’Austria va in testa con 839.9 punti davanti agli sloveni

15.00: Bartol si ferma a 122 metri. La Slovenia resta in testa con 836.7 punti

14.59: Kasai saluta le Olimpiadi con un salto da 125 metri e 813.7 punti per il Giappone

14.58: La OAR resta avanti con 701 punti rispetto alla Finlandia con 686.4 punti

14.56: Questa la classifica alla fine del sesto salto:

1 8 12 NOR Norway 545.9 285.3 831.2
2 6 10 POL Poland 540.9 261.8 802.7
3 7 11 GER Germany 543.9 257.7 801.6
4 5 9 AUT Austria 493.7 234.9 728.6
5 4 8 SLO Slovenia 492.4 233.3 725.7
6 3 7 JPN Japan 475.5 220.3 695.8
7 2 6 OAR Olympic Athlete from Russia 409.6 197.6 607.2
8 1 5 FIN Finland 397.5 199.4 596.9

14.54: Stjernen porta altro fieno in cascina per la Norvegia: 135.5 metri e Norvegia sempre più sola al comando con 831.2 punti

14.53: Lahye atterra a 129 metri e perderà tanto da Hula. La Germania torna al secondo posto con 801.6

14.52: La Polonia non molla! Hula arriva a 134 metri e i polacchi vanno in testa con 802.7 punti

14.51: Fettner arriva a 125.5 metri e riporta l’Austria davanti alla Slovenia con 728.6 punti

14.50: Semenic per la Slovenia arriva a quota 123.5 metri ed è prima con 725.7 punti

14.49: Ito atterra a 123 metri e il Giappone va in testa con 695.8 punti

14.48: Kornilov arriva a 121.5 metri e la OAr torna avanti con 607.2 punti

14.47: Alamommo per la Finlandia atterra a 115.5 metri. 596.9 punti per i finlandesi

14.44: Riparte la Norvegia!!! Tande fa la differenza e riprota avanti nettamente la squadra norvegese con un salto da 140 metri: 691.4 punti

14.43: Geiger scava il solco a favore della Germania! 134 metri ma condizioni non semplici. La Germania resta al comando con 675.6 punti

14.42: Buon salto del polacco Kot che in condizioni non facili arriva a 133 metri per un totale di 667.9 punti

14.41: Male Kraft che si ferma a 126.5 metri. L’Austria è dietro alla Slovenia con 610.4 punti

14.40: Takeuchi atterra a 123.5 metri. Il Giappone è secondo con 586 punti, staccato di tanto dalla Slovenia portata avanti dal salto di Danjam a 129.5 metri per un totale di 614.6 punti

14.38: Ahonen arriva a 120.5 metri, la Finlandia va a 502.1, Romashov arriva a 118 metri e l’OAR è dietro alla Finlandia con 499.7

14.35: Tra pochissimo la seconda serie della gara a squadre. Battaglia fantastica tra Germania, Norvegia e Polonia

14.24: Questa la classifica dopo la prima serie di salti:

1 12 12 NOR Norway 545.9 Q
2 11 11 GER Germany 543.9 Q
3 10 10 POL Poland 540.9 Q
4 9 9 AUT Austria 493.7 Q
5 8 8 SLO Slovenia 492.4 Q
6 7 7 JPN Japan 475.5 Q
7 6 6 OAR Olympic Athlete from Russia 409.6 Q
8 5 5 FIN Finland 397.5 Q
9 3 3 USA United States of America 377.2
10 4 4 CZE Czech Republic 370.1
11 2 2 ITA Italy 364.5
12 1 1 KOR Korea 274.5

14.21: Johansson atterra a 137.5 metri con condizioni di vento migliori rispetto alle rivali. Norvegia prima con 545.9 punti

14.20: La risposta di Wellinger che vince la sfida tra i due campioni olimpici atterrando a 140 metri. Germania prima con 543.9 punti

14.19: Che salto di Stoch!!! Vola a 139 metri nonostanjte un vento non favorevole. La Polonia è prima con 540.9 punti

14.18: Hayboeck riporta davanti l’Austria: 133.5 metri per lui e 493.7 per gli astriaci che hanno poco vantaggio sulla Slovenia

14.17: Bel salto di Prevc che atterra a 134.5 metri. Slovenia davanti con 492.4 punti

14.16: Kobayashi fa volare il Giappone: per lui 132.5 metri e i nipponici vanno nettamente in testa con 475.5 punti

14.14: Klimov atterra a 123 metri e la OAR va in testa con 409.6

14.14: Pessimo salto di Aalto che si ferma a 115 metri e la Finlandia resta prima 397.5 punti

14.13: Koudelka riporta la Repubblica ceca davanti all’Italia che chiuderà all’undicesimo posto. Koudelka arriva a 124 metri e 370.1 punti e secondo posto

14.12: Buon salto dello statunitense Bickner e gli Usa risorpassano l’Italia e sono primi con 377.2 punti

14.11: Buon salto di Insam che arriva a 122 metri e l’Italia è prima con 364.5 punti

14.10: Il coreano S. Choi con 115 metri chiude la gara della Corea a 274.5 punti

14.09: Doppia lotta: per il podio Norvegia, Germania, Polonia. Per la quarta piazza Austria, Slovenia, Giappone

14.08: Forfang è il peggiore delle prime tre squadre: 132.5 metri. La Norvegia resta davanti con 408.7 punti. Norvegesi avanti per una decina di punti

14.07: Salto quasi in fotocopia per Freitag rispetto a Kubacki. Il tedesco arriva a 134.5 metri e la Germania è davanti con 398 punti

14.05: Che salto di Kubacki! Il polacco atterra a 138.5 metri. per la Polonia ci sono 397.8 punti e la Polonia può rientrare nella battaglia per oro e argento

14.04: Schlierenzauer dà un senso alla sua Olimpiade arrivando a quota 127.5 metri. L’Austria è in testa con 359.7 punti

14.04: Buon salto dello sloveno Bartol che arriva a 129.5. Slovenia davanti con 356 punti

14.03: Kasai si difende e arriva a 124 metri portando in testa il Giappone con 343.4 punti

14.02: Il russo Nazarov atterra a 115 metri e la OAR va dietro alla Finlandia con 298.6 punti

14.01. Il finlandese Maeaettae arriva a 118 metri e la Finlandia va nettamente in testa con 304.6 punti

14.00: Brutto salto anche per il ceco Kozisek che si ferma a 111.5 metri e anche i cechi sono dietro all’Italia con 258.6 punti

13.59: Male lo statunitense Glaesner che si ferma a 113 metri. Gli Usa vanno dietro all’Italia con 252.5 punti

13.58: Il coreano Heung Choi arriva a 110 metri, 181,5 punti per i coreani. Colloredo arriva a 115 metri e va in testa con 258.9 punti

13.54: Bravo in norvegese Stjernen nell’ultima fase di salto. Arrivano 133 metri, vittoria anche del secondo round e primo posto con 276.4 punti

13.53: Il tedesco Lahye arriva a 128 metri, anche penalizzato dal vento. Per la Germania primo posto con 263.5 punti

13.52: Il polacco Hula scava il solco rispetto alle nazionali che inseguono: 130 metri e punteggio totale di 258.1 punti per la Polonia

13.51: L’Austria perde terreno rispetto ai primi con Fettner che arriva solo a 122.5 metri. Austriaci primi con 241.7 punti. Strada spianata per le tre big

13.50: Lo sloveno Semenic arriva a quota 125 metri e la Slovenia è prima con 235.4 punti

13.49: Non straordinario Ito che si ferma a 126 metri e il Giappone va al comando con 231.2 punti ma la zona podio è lontana

13.48: Buon salto di Kornilov a 122 metri e l’OAR va al comando con 208 punti

13.47: Il finlandese Alamommo arriva a 117 metri che portano la Finlandia in testa nettamente con 207 punti

13.46: Stursa per la Repubblica ceca si ferma a 107 metri e arriva a 174 punti: primo posto per i cechi

13.46: Per Rhoads solo 107.5 metri: 166.1 punti per gli Usa che sono primi di poco

13.45: Bresadola arriva a 114 metri ed è già un miracolo che sia qui dopo la caduta di sabato: l’Italia sale a 164.4 punti, prima

13.43: Il coreano Park arriva a 81.5 metri. Corea a 98.2 punti complessivi. Ora Bresadola

13.42: Norvegia, Germania, Polonia, Austria, Slovenia dopo la prima rotazione di salti

13.41: Iniziata la battaglia! Tande trova una misura importante, 136 metri e grazie alla compensazione primo posto con 141.8 punti

13.40: Geiger trova condizioni di vento buone e lancia la Germania in testa alla classifica: 136 metri e 139.4 punti

13.39: Kot porta la Polonia al secondo posto con 128.5 punti dopo un salto da 129.5

13.38: L’austriaco Kraft atterra a 133.5 metri e l’Austria va nettamente in testa con 131.8 punti

13.37: Buon salto per lo sloveno Damjan che arriva a quota 126.5 metri e porta in testa la sua nazionale con 118.9 punti

13.35: Il giapponese Takeuchi atterra a 124 metri e porta il Giappone in testa con 113.6 punti

13.35: Salto non straordinario per il russo Romashov che si inserisce al secondo posto con 99.7 punti e un salto da 117.5 metri

13.34: Il finlandese Ahonen arriva a 122.5 metri e porta in testa la sua nazionale con 109.7 punti

13.33: Il ceco Polasek arriva a 116 metri e porta in testa la sua nazionale con 95.7 punti

13.32: Larson (Usa) con 111.5 punti totalizza 85.7 punti

13.31: Cecon mette già in salita la strada per gli azzurri: 102 metri e 69.7 punti per gli azzurri

13.30: Kim si ferma a 102.5 e totalizza 68.5 punti

13.28: Primo a saltare sarà il padrone di casa Kim

13.23: Le altre nazionali al via: Corea del Sud (Kim, Park, H. Choi, S. Choi), Usa (Larson, Rhoads, Glasder, Bickner), Repubblica Ceca (Polasek, Stursa, Kozisek, Koudelka), Finlandia (Ahonen, Alamommo, Maeaettae, Aalto), OAR (Romashov, Kornilov, Nazarov, Klimov)

13.20: C’è anche l’Italia che proverà una difficile qualificazione alla seconda manche (solo le prime otto nazionali parteciperanno). Serviranno quattro grandi prestazioni per Federico Cecon, Davide Bresadola, Sebastian Colloredo e Alex Insam

13.18: Tre squadre proveranno ad inserirsi nella lotta per le medaglie ma c’è bisogno di errori da parte di almeno una delle tre big. Ci proveranno i campioni in carica dell’Austria (Kraft, Fettner, Schlierenzauer, Hayboeck), la Slovenia (Damjan, Semenic, Bartol, Prevc) e il Giappone (Takeuchi, Ito, Kasai e R. Kobayashi)

13.15: Questa la composizione delle tre squadre più forti. Polonia. Kot, Hula, Kubacki, Stoch, Germania: Geiger, Leyhe, Freitag, Wellinger, Norvegia: Tande, Stjernen, Forfang, Johansson

13.10: Buongiorno agli appassionati di salto. Si assegna oggi l’ultimo titolo di PyeongChang 2018, quello riservato alle squadre. Germania, Polonia e Norvegia sono le favoritissime per salire sul podio, bisogna capire in quale ordine

Foto: Tadeusz Mieczyński (CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)

Lascia un commento

scroll to top