Dakar 2018, ottava tappa moto: Antoine Meo precede Ricky Brabec. Kevin Benavides guadagna in classifica

Seconda vittoria nell’edizione 2018 della Dakar per Antoine Meo nella categoria delle moto. Il francese è stato il più veloce nel coprire i 498 km di speciale da La Paz a Uyuni, tutti in Bolivia. È stata una stage durissima, per via delle particolari condizioni meteo, con pioggia e fango: il pilota della KTM ha inscenato un testa a testa appassionante con Ricky Brabec, ma alla fine è stato lui a spuntarla, con il tempo di 5h24’01”. Lo statunitense era risalito dopo un brutto avvio fino ad andare al comando all’ultimo waypoint ma nell’ultimo tratto ha pagato 1’08” al rivale.

Nonostante i quasi 500 km, i distacchi sono abbastanza contenuti, sintomo dell’equilibrio che regna in questa categoria dall’inizio della corsa. Al terzo posto si è piazzato l’australiano Toby Price, a 2’45”, davanti a Kevin Benavides. L’argentino ha chiuso a 5’52” dal vincitore ma può comunque sorridere, avendo guadagnato minuti preziosi al capoclassifica Adrien Van Beveren, “solo” settimo (+8’44”). Il francese ha preferito non rischiare eccessivamente, mantenendo la vetta della graduatoria generale ma vedendo il rivale avvicinarsi.

In quinta posizione c’è invece lo slovacco Stefan Svitko (+6’46”), davanti all’austriaco Matthias Walkner, che oggi non è andato aldilà del sesto posto a 7′ da Meo, conservando però il terzo posto nella generale. È giunto ottavo uno stoico Joan Barreda: lo spagnolo ieri era stato protagonista di una brutta caduta, ma nonostante un ginocchio malconcio ha deciso di prendere il via, arrivando al traguardo indenne con 12′ di ritardo. Completano la top ten la spagnola Laia Sanz (+14’15”) ed il francese Johnny Aubert (+15’15”).

Capitolo italiani. Alessandro Botturi si è classificato 23° (+27’33”), immediatamente davanti a Maurizio Gerini (+30’55”). Jacopo Cerutti è 27° (+32’23”). È stata una tappa complicata per molti. A farne le spese è stato il francese Xavier De Soultrait, caduta al chilometri 171 e portato via in elicottero, con problemi a ginocchio e gomito sinistri. Anche Pablo Quintanilla è caduto, riuscendo poi a riprendere ma vedendo ancor più compromesse le sue chance di vittoria. La tappa di domani è stata cancellata per via del meteo avverso: i piloti si sposteranno direttamente in Argentina, a Salta, da dove si riprenderà martedì.

La classifica dell’ottava tappa delle moto della Dakar 2018

1 19 ANTOINE MEO RED BULL KTM FACTORY TEAM 05H 24′ 01”
2 20 RICKY BRABEC MONSTER ENERGY HONDA TEAM 05H 25′ 09” + 00H 01′ 08”
3 8 TOBY PRICE RED BULL KTM FACTORY TEAM 05H 26′ 46” + 00H 02′ 45”
4 47 KEVIN BENAVIDES MONSTER ENERGY HONDA TEAM 05H 29′ 53” + 00H 05′ 52”
5 9 STEFAN SVITKO SLOVNAFT RALLY TEAM 05H 30′ 47” + 00H 06′ 46”
6 2 MATTHIAS WALKNER RED BULL KTM FACTORY TEAM 05H 31′ 01” + 00H 07′ 00”
7 4 ADRIEN VAN BEVEREN YAMALUBE YAMAHA OFFICIAL RALLY TEAM 05H 32′ 45” + 00H 08′ 44”
8 5 JOAN BARREDA BORT MONSTER ENERGY HONDA TEAM 05H 36′ 01” + 00H 12′ 00”
9 15 LAIA SANZ KTM FACTORY RACING TEAM 05H 38′ 16” + 00H 14′ 15”
10 40 JOHNNY AUBERT GAS GAS MOTORSPORT 05H 39′ 16” + 00H 15′ 15”
11 17 ARMAND MONLEON DAMING RACING TEAM 05H 39′ 16” + 00H 15′ 15”
12 61 ORIOL MENA HERO MOTOSPORTS TEAM RALLY 05H 40′ 58” + 00H 16′ 57”
13 77 LUCIANO BENAVIDES KTM FACTORY RACING TEAM 05H 42′ 45” + 00H 18′ 44”
14 27 DIEGO MARTIN DUPLESSIS MEC TEAM 05H 43′ 12” + 00H 19′ 11”
15 103 SHANE ESPOSITO DUUST RALLY TEAM 05H 44′ 22” + 00H 20′ 21”
16 3 GERARD FARRES GUELL HIMOINSA RACING TEAM. 05H 45′ 10” + 00H 21′ 09”
17 54 ANDREW SHORT ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 05H 46′ 29” + 00H 22′ 28”
18 33 DANIEL NOSIGLIA JAGER HT RALLY RAID HUSQVARNA RACING 05H 46′ 51” + 00H 22′ 50”
19 29 DANIEL OLIVERAS CARRERAS HIMOINSA RACING TEAM. 05H 47′ 03” + 00H 23′ 02”
20 60 JONATHAN BARRAGAN NEVADO GAS GAS MOTORSPORT 05H 47′ 14” + 00H 23′ 13”

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL RALLY

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley femminile, Serie A1 – 14^ giornata: Conegliano-Novara, botta e risposta in vetta. Scandicci batte Monza, scatto Bergamo

Dakar 2018, classifica generale moto dopo l’8a tappa (14 gennaio): Kevin Benavides è nella scia di Adrien Van Beveren!