Basket femminile, Qualificazioni Europei 2019: Svezia e Croazia fanno paura, l’Italia deve reagire e riscattarsi

Italia-Basket-femminile-Credit-Ciamillo-2-e1510590339195.jpg

Il 2017 è stato un anno molto importante per il basket femminile italiano con la nazionale arrivata ad un solo possesso dalla qualificazione ai Mondiali. Una partecipazione iridata sfumata davvero all’ultimo, in una indimenticabile, purtroppo, Lettonia-Italia con quel finale caratterizzato da un incredibile fallo tecnico fischiato a Cecilia Zandalasini. Una vera ingiustizia per un gruppo che aveva disputato un Europeo al di sopra di ogni aspettativa e che meritava di giocarsi il Mondiale.

Da quella partita è cambiato molto perché non c’è più Andrea Capobianco sulla panchina azzurra, ma ora siede Marco Crespi. Non sarà facile per il nuovo commissario tecnico, perché l’eredità lasciata è sicuramente molto importante e perché l’attuale gruppo azzurro ha raggiunto la giusta maturità ed è pronto per ottenere qualcosa di importante.

Il cammino della nuova Italia di Crespi, però, non è cominciato sotto una buona stella. Le azzurre devono affrontare le qualificazione per gli Europei del prossimo anno e sono state sorteggiate nel girone con Svezia, Croazia e Macedonia. Passano il turno tutte le prime otto classificate e poi le sei migliori seconde e la situazione in classifica non è certo ottimale per Zandalasini e compagne.
All’esordio è arrivata una vittoria più sofferta del previsto contro la “cenerentola” Macedonia, poi l’Italia è stata sconfitta in casa dalla Croazia. Un brutto ko sia per il risultato (71-83) sia per il gioco mostrato dalla Nazionale e che mette già in salita il cammino di qualificazione per le azzurre.

Diventa assolutamente fondamentale la partita di sabato 10 Febbraio a Boras contro la Svezia, attuale capolista del girone con due vittorie su Croazia (in trasferta) e Macedonia. Italia praticamente obbligata a vincere in terra svedese per non vedere già lontanissima la qualificazione, con le azzurre che a quel punto dovrebbero a tutti i costi vincere le restanti tre partite, senza comunque avere la certezza di staccare il biglietto per la rassegna europea.
Da un 2017 molto positivo ad un 2018 con il rischio che diventi subito un anno negativo e da dimenticare in fretta. Tra poco più di un mese le azzurre si giocano il loro futuro.

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo


Lascia un commento

scroll to top