Speed skating, Davide Ghiotto: “Punto ad ottenere la qualificazione olimpica nei 10000 metri”

pagina-facebook-Davide-Ghiotto.jpg

ESCLUSIVA – Dal 10 al 12 novembre ad Heerenveen (Olanda) l’annata dello speed skating avrà finalmente inizio. Una stagione decisamente importante che porterà gli atleti al massimo evento ovvero i Giochi Olimpici di Pyeongchang (9-25 febbraio 2018). L’Italia si è preparata per l’esordio sul ghiaccio olandese in Germania ed i risultati sono stati decisamente confortanti: record italiani e personali hanno condito l’esperienza di Inzell. Tra i più brillanti Davide Ghiotto, reduce dai trionfi delle Universiadi di Almaty (Kazakistan) con due ori nei 5000 e 10000 metri e detentore del primato italiano dei 10000 metri di 13’01″38 (stabilito l’11 febbraio di quest’anno sulla pista di Gangneung (KOR)). Un riscontro assai ben augurante, trattandosi dell’ovale ghiacciato su cui si terranno le Olimpiadi. Autore  poi del personale nei 5000 metri nell’Internation Race (in Germania, 6’17″78) il 23enne di Altavilla Vicentina è tra gli atleti da osservare con attenzione. Di obiettivi e speranze ci ha parlato, in esclusiva per OASport.

Questo è un anno particolare che dovrà portare alle Olimpiadi di Pyeongchang. In Germania sono arrivati ottimi risultati col personale nei 5000m. La preparazione in vista dell’esordio di Coppa del Mondo come procede?

“La preparazione procede molto bene, siamo tornati domenica dalla Germania dove abbiamo terminato le ultime tre settimane di allenamento intenso prima della trasferta di sei settimane che ci vedrà impegnati nelle tappe di Coppa del Mondo dove dovremo cercare la qualificazione alle Olimpiadi. Gli allenamenti e tutta la preparazione è stata molto intensa, ma si è svolta tutta nei migliori dei modi, senza infortuni e senza complicazioni”.

Su quali specialità ti senti di poter esprimere il meglio di te stesso: 5000 o 10000 metri?

“Anche se la prima gara di quest’anno è stato un 5000 e sono soddisfatto del tempo che ho fatto registrare, la mia specialità sono i 10000, di cui detengo anche il record italiano ed un quinto posto assoluto ai Mondiali dell’anno scorso. Mi sono allenato molto per questa distanza, sulla quale spero di cogliere un buon risultato”.

Una valutazione sul team pursuit: anzitutto ne farai parte? Ad Inzell sono arrivati una serie di personali nelle gare individuali, pensi si possa arrivare ad una medaglia a Cinque Cerchi nella specialità?

“Io non farò parte del trio che proverà a giocarsi una medaglia nella gara a squadre, poiché non ho dimostrato di poter brillare su questo tipo di distanza, (mi esprimo meglio su distanza molto più lunghe), però sono sicuro che i miei compagni di squadra riusciranno a cogliere un ottimo risultato visto il duro lavoro e la molta cura dedicata a questo tipo di distanza”.

Quali sono le aspettative per le tappe di Coppa del Mondo, importanti per ottenere i punti in ottica Cinque Cerchi?

“Sicuramente non sarà facile riuscire a qualificarsi per i Giochi Olimpici, ma neanche impossibile visto che le prime gare hanno già dimostrato che abbiamo i tempi e le “gambe” per poter competere a livello mondiale. Sicuramente, bisogna mettere in gioco molti fattori, ma sulla condizione so di arrivarci preparato e quindi dal punto di vista mentale sono molto tranquillo. Il mio obiettivo è quello di conseguire dei punti di classifica per la qualificazione, ma avendo a disposizione anche la chance di ottenere il pass attraverso i tempi, cercherò di “fermare il cronometro” su un buon riscontro”.

 

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SULLO SPEED SKATING

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina facebook Davide Ghiotto

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top