Short Track, Martina Valcepina: “A Pyeongchang non voglio ancora pensare. Contenta di essermi dimostrata competitiva”

Martina-Valcepina-2-Renzo-Brico.jpg


Nei Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018 (9-25 febbraio) sono tante le storie che potrebbero intrecciarsi nel loro modo di essere uniche. Tra queste c’è quella di Martina Valcepina, 25enne di Valdisotto, che diventata mamma nel 2014, dopo aver vinto un bronzo olimpico in staffetta Sochi (Russia), si è rituffata nuovamente nella Coppa del Mondo di short track mettendosi in mostra, tra le atlete più valenti del panorama internazionale, specie nei 500 metri dove sono arrivati due podi prestigiosi.

All’inizio della stagione 2015-2016 mi sono chiesta davvero cosa volessi fare: continuare seriamente o lasciar perdere? Poi a gennaio 2017 ho vinto l’argento agli Europei sui 500m e l’oro in staffetta. Ma solo l’estate scorsa ho trovato la giusta serenità”, le parole della Valcepina intervista da Il Giorno. Mamma di due splendide gemelle Rebecca e Camilla, Martina ha poi raccontato come riuscire a conciliare l’attività d’atleta e quella di genitore: “Il Centro Federale è ormai da anni a Courmayeur, ma per fortuna a pochi passi dal palazzetto del ghiaccio c’è una sorta di kinder garden dove posso lasciare Rebecca e Camilla quando le porto con me, perché altrimenti vanno all’asilo, a Bormio, dove vivo. Ma poi mi mancano…sono appena tornata dalle ultime tappe di Coppa del Mondo, non le vedevo da due settimane. Una sofferenza!”, ammette la skater azzurra.

Due top3 in World Cup (Dordrecht e Seoul) ma anche quella beffa a Shanghai quando l’azzurra era in vetta a pochissimo dal termine, venendo urtata irrimediabilmente dalla russa Prosvirnova: In Cina ci sono rimasta malissimo, ho pianto a fine gara. La Prosvirnova mi ha fatto cadere. Però il primo podio stagionale, quello di Dordrecht è stato il più bello della mia vita. Non pensavo di tornare a livelli così alti. Sognavo qualche semifinale al massimo…

E poi riguardo alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang: Ai Giochi non voglio pensarci. Si è vero, non ho ancora ottenuto un successo a fronte di dieci podi nel circuito. Ma l’aspetto più importante è aver dimostrato che sono ancora competitiva“.

 

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

scroll to top