Scherma, Coppa del Mondo 2017-2018: Italia, il podio è lontano. Spadiste ottave a Suzhou, fiorettisti noni a Tokyo

Rossella-Fiamingo-Augusto-Bizzi-per-Federscherma-e1481476414403.jpg

Domenica negativa per la scherma italiana nelle prove di Coppa del Mondo a Suzhou (spada femminile) e Tokyo (fioretto maschile). Squadre azzurre lontanissime dal podio con le spadiste ottave e i fiorettisti che hanno chiuso addirittura al nono posto.

In terra cinese a trionfare è stata la Polonia che ha sconfitto in finale la Corea del Sud per 31-21, mentre in terza posizione ha chiuso l’Estonia, che ha superato la Russia con il punteggio di 38-36. Una gara che non ha visto protagoniste le azzurre (Rossella Fiamingo, Giulia Rizzi, Roberta Marzani ed Alice Clerici), che non riescono a confermare il secondo posto dell’esordio a Tallinn e vengono sconfitte all’ultima stoccata nei quarti dalla Russia per 32-31. Successivamente sono arrivati i ko con la Cina per 38-32 e poi con l’Ucraina per 42-41, che hanno relegato l’Italia all’ottavo posto.

A Tokyo, invece, ad esultare sono gli Stati Uniti. Gli americani hanno sconfitto in finale la Corea del Sud per 45-34. Sul gradino più basso del podio ci sono saliti i padroni di casa del Giappone, che hanno messo fine al sogno della sorpresa Danimarca, ko per 45-25.

I danesi hanno clamorosamente stupito, centrando un risultato davvero inaspettato ad inizio della prova a squadra. Purtroppo sul cammino della Danimarca si è trovata anche l’Italia, sconfitta agli ottavi di finale per 45-43. Un ko abbastanza clamoroso per gli azzurri (Andrea Cassarà, Alessio Foconi, Giorgio Avola e Lorenzo Nista), che poi hanno dominato gli assalti per il nono posto contro Germania, Hong Kong e Brasile.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Bizzi Federscherma

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top