Rugby, Test Match novembre 2017: Italia, servono risultati di prestigio per scalare il ranking mondiale e dare l’assalto alla top-10

Rugby-Italia-Di-Cola-Lorenzo03.jpg

Siamo praticamente alla vigilia: dopodomani al Massimino di Catania si apre con Italia-Fiji la sessione dei test match di novembre per la nazionale guidata da Conor O’Shea. Tre appuntamenti (arriveranno poi le sfide a Firenze con l’Argentina e a Padova con il Sudafrica) fondamentali per la selezione tricolore: bisogna sfruttare l’eccellente stato di forma dei giocatori convocati dal ct azzurro, autori di ottime performance nel Pro14, per provare a centrare almeno una vittoria.

Tre sfide sulla carta davvero complicate per la banda tricolore. Le Fiji appaiono lo scoglio più sormontabile, ma per trionfare servirà costanza per 80′, corsa, grinta e doti tecniche: da ricordare infatti che alcune doti sono mancate nell’ultimo precedente, davvero recente, di giugno (sconfitta per 22-19). Ancor più duri i match con Pumas e Springbooks: la compagine sudamericana è in netta crescita nell’ultimo periodo, sta davvero sfornando prestazioni super, anche se non arrivano le vittorie (da segnalare però il modo in cui sono arrivate alcune delle sconfitte nel The Rugby Campionship, è mancato soltanto il colpo del KO agli argentini). Discorso a parte per i sudafricani: lo scorso anno è arrivata una vittoria capolavoro a Firenze, che sembrava poter rilanciare il movimento azzurro, invece l’entusiasmo tricolore si è placato con l’arrivare del 6 Nazioni, mentre Eben Etzebeth e compagni hanno inserito una striscia positiva.

I risultati serviranno sia per far molare, che per migliorare la situazione in chiave ranking mondiale. Al termine dei Test Match di giugno gli azzurri sono scesi addirittura in quattordicesima piazza: davanti ci sono nazioni come Georgia, Tonga e Giappone che sono assolutamente alla portata della squadra capitanata da Parisse. Al decimo posto ci sono proprio le Fiji: vincere sabato potrebbe significare fare un primo passo verso la riconquista della top-10, obiettivo minimo per il rugby del Bel Paese.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lorenzo Di Cola

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL RUGBY

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top